Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Servadio e l'imboscata – commenti relativi alla manifestazione anti-Parco

Luglio 13
16:19 2009

“alle 16.23 del 7 luglio 2009 – Quanto successo sabato in Piazza Cairoli non solo è scandaloso per chi ha a cuore Velletri ma è anche un voltafaccia al programma elettorale presentato dal centro-sinistra e sottoscritto da partiti e candidato sindaco. Ricordo alcuni passaggi “Il Comune di Velletri deve puntare sulla presenza nel Parco come elemento qualificante della propria idea di sviluppo.” “sollecitazione affinché l’Ente Parco si doti rapidamente degli strumenti per la tutela del territorio e per lo sviluppo socio/economico, predisposizione della tabellazione del Parco e forte contrasto alle illegalità in materia ambientale”. Il fatto che il Sindaco non rispetti il programma elettorale è alquanto grave. Lo denunceremo in Consiglio Comunale con il nostro Consigliere Andreozzi e sulla stampa. Speriamo che anche gli altri Consiglieri Comunali, eletti sulla base di questo programma, si attiveranno.”
L’imboscata dunque più che averla subita (d’altronde insieme a Caponera e Nardini non ci poteva di certo trovare D’Alema e Veltroni) ne è stato lui l’autore e vittime sono stati quegli elettori ecologisti di centro sinistra che, votandolo si sono sentiti traditi e che difficilmente rinnoveranno la propria preferenza.
Anche Nardini come l’Arci Caccia ricadono nello stesso errore fatto al primo consiglio comunale straordinario del 2008: la perimetrazione all’atto della istituzione del Parco (1984) comprendeva tutto il territorio comunale. Ringraziamo perciò sia Nardini che l’associazione venatoria di richiedere l’allargamento dell’area tutelata fino ad Aprilia … ?!
Altra informazione sbagliata è quella che riguarda i partecipanti alla manifestazione. Non polemizziamo sul numero comunque irrisorio, teniamo a precisare che in Piazza Cairoli sono confluiti gli associati di tutte le associazioni venatorie ed i sostenitori della PdL dei Castelli Romani. A questo punto 100, 150 o 200 è davvero un numero risibile, un bacino d’utenza elettorale uguale allo 0,001% !!
Tutti i vari interventi si sono poi imperniati su un errore di base: il Parco non è stato allargato. L’Ente, durante il commissariamento dell’Architetto Ravaldini, dirigente della Regione Lazio, ebbe la sua perimetrazione. Si tratta del 1998. Tale decisione, secondo le attuali normative è legge e ciò è stato ampliamente dimostrato anche attraverso sentenze del TAR del Lazio, in particolare di quella del 2000.
Per quanto riguarda i mancati condoni, sarà bene che qualcuno inizi a dire che essi non saranno mai concessi e non per “colpa” del Parco ma, GRAZIE ad un regio decreto del 16 maggio 1926 n.1126. Chissà vista la data, cosa ne penseranno i sostenitori del PdL ?
Vittima sacrificale del rito tribale è stato Carlo Lungarini che, avendo votato a favore del Piano d’Assetto, ne sono state richieste le sue dimissioni. L’arcaica platea arringata dal fine dicitore Caponera gridava a gran voce “DEMETTITI !”.
Infine, nonostante fossimo presenti allo spettacolo folkloristico dal titolo “Torniamo indietro di 100 anni”, ci è sfuggita la performance dell’On. Armeni che, a quanto scrive la stampa, avrebbe parlato favorevolmente della costruzione di una centrale nucleare in questo territorio. La ciliegina sopra la torta: a sud una centrale turbogas a nord e ad est un inceneritore … ed ai Castelli Romani ? UNA BELLA CENTRALE NUCLEARE !! Chissà se il Sindaco avallerà anche questa ?

 

Condividi

Articoli Simili

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Agosto: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”