Notizie in Controluce

Si è chiuso a Zagarolo il Festival delle letture itineranti con Corrado Augias

 Ultime Notizie

Si è chiuso a Zagarolo il Festival delle letture itineranti con Corrado Augias

Novembre 22
14:32 2012

maggio tutto il territorio attraverso letture, laboratori e incontri.
Ad accogliere l’autore romano il Presidente della Comunità Castelli Romani e Prenestini Giuseppe De Righi , il Sindaco di Zagarolo Giovanni Paniccia , il Presidente dell’Istituzione Palazzo Rospigliosi Marcello Mariani e il Direttore del Sistema Bibliotecario Luciana Fedeli che ha coordinato l’incontro.
“Vorrei ringraziare – dichiara il Presidente della Comunità Montana Giuseppe De Righi – il personale del Sistema Bibliotecario che ha lavorato con grande impegno alla realizzazione di questo lungo e importante progetto, confermando ancora una volta la forte presenza sul territorio anche nell’ambito delle iniziative culturali”.
“E’ il romanzo di una nazione – ha proseguito il Presidente parlando del testo di Augias – che ci guida attraverso gli aspetti migliori e peggiori della nostra cultura e della nostra storia, ripercorrendo le vite di personaggi illustri e raccontando episodi e aneddoti che hanno contribuito alla costruzione dell’Italia. Un romanzo dunque che parla degli italiani, di come eravamo e di come sono diventati cercando di tracciarne laddove possibile, un profilo più esatto”.
“La Comunità Montana da sempre è impegnata nella diffusione della cultura – dichiara il Sindaco di Zagarolo Giovanni Paniccia – e l’incontro di oggi è la dimostrazione di questo impegno. Ringrazio dunque tutti coloro che hanno reso possibile questa iniziativa dando a tutti noi la possibilità di conoscere e ascoltare Corrado Augias”.
“Gli italiani chi sono?” questo il quesito che Corrado Augias si è posto scrivendo il suo romanzo rispondendo attraverso il racconto di un percorso lungo ed affascinante come quello della storia di una nazione.
“Gli italiani sono solo la mafia, la lenta burocrazia, il sottosviluppo di alcune zone, il degrado oppure sono i grandi chef, i direttori di orchestra, gli stilisti e gli artisti conosciuti e apprezzati in tutto il mondo? Dare un giudizio sull’Italia e sugli italiani è molto complicato – ha spiegato Augias – e questo contribuisce drammaticamente alla nostra ambiguità. Ma è’ proprio in tale ambiguità che possiamo trovare la risposta a quella domanda: gli italiani sono entrambi”.

Condividi

Articoli Simili