Notizie in Controluce

Spinoretico, Corsari Rubgy presenta denuncia alla Procura della Repubblica

 Ultime Notizie

Spinoretico, Corsari Rubgy presenta denuncia alla Procura della Repubblica

gennaio 04
17:18 2012

L’Asd Corsari Rugby in merito alla nota vicenda del campo sportivo Spinoretico, regolarmente concesso in gestione dal Comune di Frascati a seguito della gara vinta nell’agosto 2011 e successivamente revocato da una determina dirigenziale impugnata davanti al competente giudice amministrativo, comunica quanto segue:

 

“A seguito dello sgombero del 19 dicembre 2011, effettuato dalla responsabile dell’Ufficio Sport del Comune di Frascati, dottoressa Toppi, con l’ausilio di Vigili Urbani ed agenti di Pubblica Sicurezza del Commissariato di Frascati, con procedura d’urgenza del tutto ingiustificata, potendo il Consiglio di Stato, nella camera di consiglio del 10 gennaio p.v., reintegrare Asd Corsari Rugby nell’aggiudicazione del campo sportivo (con risarcimento delle spese) è stata presentata una denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri perché possa essere fatta chiarezza sulle vicende in questione che potessero assumere rilevanza penale”.

“Infatti l’ulteriore episodio di insofferenza nei confronti dell’attività sportiva che la nostra Associazione ha svolto e sta svolgendo sul territorio, ovviamente sul campo di Spinoretico, con gravi spese e sacrifici, si ricollega a tutti gli altri che hanno dato vita a una vera e propria azione persecutoria del tutto immotivata in cui va fatto rientrare anche alla mancata sollecita consegna di atti e dei documenti relativi alla vicenda. Peraltro la nostra Associazione, che non è stata mai interpellata dal Comune di Frascati in merito alle dichiarazioni formulate da terzi che hanno portato alla presunta “decadenza dei titoli”, si è rivolta presso tutte le sedi competenti per far valere le sue ragioni, così come previsto dalle leggi vigenti, nei modi e nei tempi previsti”.

“Inoltre, l’Associazione Corsari Rugby si è dichiarata disponibile alla restituzione immediata dell’impianto, qualora il ricorso presentato fosse stato dichiarato inammissibile dal Consiglio di Stato. Inutile poi elencare i danni sopportati nella vicenda alla nostra Associazione, impegnata in campionati federali ed attività integrate. Senza campo di allenamento e di gioco è a forte rischio sia l’attività che l’esistenza stessa”.

Articoli Simili