Notizie in Controluce

Strategia energetica nazionale

 Ultime Notizie
  • 7 settembre 2020: nasce SCR, il “Sistema Castelli Romani” Il Consorzio dei Comuni dei Castelli Romani coordinerà le politiche culturali e di promozione del territorio   I Sindaci di 16 Comuni del territorio hanno approvato definitivamente il nuovo Statuto...
  • MARINO, APPELLO DI GABRIELLA DE FELICE MARINO, APPELLO DI GABRIELLA DE FELICE: “SERVE DIALOGO AUTENTICO TRA COMMERCIANTI E COMUNE PER EVITARE EPISODI CHE METTONO AL REPENTAGLIO IL RILANCIO DI UN SETTORE VITALE PER IL CENTRO STORICO”...
  • WILLY, GROTTAFERRATA ADERISCE ALL’INIZIATIVA ANCI LAZIO WILLY, GROTTAFERRATA ADERISCE ALL’INIZIATIVA ANCI LAZIO: BANDIERE A MEZZ’ASTA IL GIORNO DEL FUNERALE DEL RAGAZZO Il sindaco Andreotti rilancia:”Tutti i comuni si costituiscano parte civile ad adiuvandum per manifestare la reazione...
  • Pomezia – Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Sono partiti questa mattina i lavori di ristrutturazione del muro di recinzione che circonda il perimetro della scuola primaria...
  • PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra FONDAZIONE PISTOIA MUSEI annuncia PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra a cura di Alessandra Acocella, Annamaria Iacuzzi, Caterina Toschi 19 settembre 2020 – 22 agosto 2021 ingresso su prenotazione:...
  • LA FISICA DEI RAGAZZI Per una fortunata coincidenza, giovedì 3 settembre, nel Blog del “Fatto Quotidiano” è apparso un appello di Jacopo Fo titolato “Allo studente non far sapere che la fisica è stupefacente...

Strategia energetica nazionale

Maggio 30
13:54 2012

Il Commissario dell’ENEA, Giovanni Lelli, nell’ambito della sua audizione sulla Strategia Energetica Nazionale presso la Commissione Industria del Senato, ha illustrato le possibili evoluzioni del sistema energetico italiano con riferimento a tre distinti scenari elaborati dall’ENEA, evidenziando come la green economy rappresenti una grande opportunità per uscire dalla crisi economica nazionale e internazionale.

Nel corso dell’audizione, Giovanni Lelli ha sottolineato che: “L’energia è alla base dell’economia globale e l’uso delle fonti fossili costituisce una delle cause di maggiore pressione ambientale, oltre che di dipendenza dall’estero, soprattutto per l’Italia. Ritengo sia fondamentale puntare su politiche di sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, considerando lo stretto legame tra energia, ambiente ed economia per definire una strategia di sviluppo economico sostenibile”.

 

Nonostante la crisi internazionale, nel quinquennio 2005-2010 la produzione di energia da rinnovabili ha conosciuto uno sviluppo straordinario a livello mondiale. In Italia lo sviluppo delle rinnovabili ha seguito tendenze simili a quelle registrate mediamente in Europa, inclusa la politica d’incentivazione, ma il nostro Paese è risultato carente negli investimenti in ricerca e sviluppo e nella capacità di stimolare e sostenere nuove filiere industriali. Nel fotovoltaico, l’andamento del deficit commerciale dell’Italia è stato caratterizzato da un notevole aumento delle importazioni ed è risultato sempre più divergente dalla media europea. Nel 2010, si è raggiunto, infatti, un deficit superiore a 11 miliardi di dollari correnti, di cui un quarto è da attribuirsi all’interscambio con la Germania.

“L’inasprirsi di questo disavanzo commerciale limita la capacità di crescita dell’economia e, di conseguenza, dell’occupazione. Così come avvenuto nelle principali economie europee, una politica energetica di sviluppo delle rinnovabili in Italia dovrà basarsi su una maggiore spesa pubblica in ricerca e sviluppo e su politiche industriali volte a orientare la specializzazione produttiva del Paese verso settori a maggiore intensità tecnologica” ha concluso l’ing. Lelli.

Roma, 30 maggio 2012

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento