Notizie in Controluce

 Ultime Notizie
  • Haiti: minori non accompagnati a rischio abbandono, abuso e tratta Haiti: Save the Children, minori non accompagnati a rischio abbandono, abuso e tratta.   Forniti beni di prima necessità, taniche e teli cerati alle case famiglia colpite.     Ad Haiti,...
  • Libano: si riduce drammaticamente la quantità di cibo in tavola per i bambini Libano: Save the Children, si riduce drammaticamente la quantità di cibo in tavola per i bambini. Una razione di pane per 30 giorni costa alle famiglie quasi la metà del...
  • Comunicato No Inc Oggi 26 agosto in rappresentanza del presidio permanente abbiamo incontrato alla sede Arpa di via Saredo il dirigente  responsabile Tommaso Aureli, la dott. Rossana Cintoli e il dott. Sergio Ceradini....
  • Afghanistan: aumenti fino al 63% dei prezzi di cibo, gas e benzina  Afghanistan: Save the Children, dopo siccità e sfollamento rischio fame per bambini e famiglie anche per aumenti fino al 63% dei prezzi di cibo, gas e benzina  Famiglie costrette a...
  • Ciampino, 26 agosto 2021 – “Quello realizzato in via Mura dei Francesi è la seconda camera di manovra di Acea Ato2 in collaborazione con il comune di Ciampino, volto a proseguire il...
  • Contributi alloggiativi comunali Pubblicate le graduatorie Contributi alloggiativi comunali Pubblicate le graduatorie degli Ammessi e dei Non Ammessi 500 mila euro a favore di più di 250 famiglie I Servizi Sociali del Comune di Marino comunicano che sono...

Teatro Civico: 13419- La necessità del ritorno

Febbraio 10
22:32 2010

Essenziale la scenografia di Alessio Manuali, giocata anche ampliando al di là del palco la recitazione degli attori, in uno spazio in sala tra gli spettatori: ci si ritrova a sbirciare negli uffici del Commissariato di Valle Giulia, dove un integerrimo tutore dell’ordine (Stefano Antonucci), coadiuvato dall’agente Feltri (Gaetano Mosca), interroga uno dei manifestanti (Gabriele Galli) fermato nel corso di una manifestazione studentesca del 1968. Il commissario sa il fatto suo e con molta fermezza gestisce la situazione resa difficile dal clima in atto nel periodo a chiusura degli anni ’60. Congedato il ragazzo, compare nell’ ufficio di polizia un uomo, Cesare (Attias) in apparenza insignificante: non parla, ma pronuncia inspiegabili numeri, polverizzando intorno a sé un misterioso alone; poi in un’atmosfera volutamente nostalgica di melodie italiane risalenti al periodo bellico, su insistenti domande del commissario, inizia un monologo: Cesare ricorda, tra le pieghe di una quotidianità di uomo schivo e un po’ impacciato, una Roma degli anni ’30, narra in uno spontaneo romanesco le vicende via via sempre più tragiche delle persecuzioni razziali contro gli Ebrei; con la voce, i gesti, le intonazioni, gli scatti d’ira e rassegnata sopportazione, descrive con toni ora sussurrati e stanchi, ora vibranti di collera, le restrizioni, i divieti, le incredule reazioni del popolo ebreo, la ferma convinzione che nutriva nei confronti dei Tedeschi quali uomini d’onore, di parola (e poi invece nel Ghetto, nonostante fossero stati pagati cinquanta chili d’oro a Kapler …), i rapporti con gli amici della squadra di calcio, i diversi lavori …
Il commissario ascolta, lascia parlare, ogni tanto tenta di porre domande: infine bruscamente inviterà l’uomo che non intende chiarire la sua posizione ad allontanarsi.
Sarà l’inizio di una grande rivelazione che coglie di sorpresa tutti gli spettatori, facendo venir loro voglia di tornare a vedere di nuovo, assaporandolo ancora più attentamente, questo spettacolo veramente meritevole.

Articoli Simili

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Agosto: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”