Notizie in Controluce

TEATRO CIVICO ROCCA DI PAPA – L’ANTIGONE

 Ultime Notizie
  • CIAMPINO: LAVORI PER L’UFFICIO POSTALE DI VIALE KENNEDY Fino al termine degli interventi prolungamento dell’orario fino alle 19.05 per l’ufficio postale di via Bologna.  Previsti anche uno sportello dedicato e una sala consulenza Roma, 21 ottobre 2019 –...
  • E’ stata una Sala Consiliare partecipe e commossa quella che, lo scorso 19 ottobre, nel Palazzo Colonna sede del Comune di Marino, ha assistito alla presentazione del libro di Fabrizio...
  • ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI NEL DECENNALE DELLA SCOMPARSA:           AL LICEO FOSCOLO CONVEGNO SUGLI ASPETTI INEDITI DELL’OPERA Appuntamento giovedì 24 ottobre riservato agli studenti. Attesa per l’intervento del fotografo...
  • XIX Settimana della Lingua italiana nel mondo Comincia oggi la XIX Settimana della Lingua italiana nel mondo dedicata all’“Italiano sul palcoscenico” (21/27 ottobre). La Dante, al fianco di Ambasciate e Istituti di Cultura, ha in calendario eventi...
  • COMPAGNIA DEI LEPINI, 4 Comuni ottengono un finanziamento del Ministero per le loro rievocazioni storiche “E’ con enorme soddisfazione che ho accolto la notizia circa l’importantissimo finanziamento che 4 Comuni del comprensorio lepino hanno ottenuto dal Ministero nell’ambito di un progetto presentato sulle rievocazioni storiche...
  • Albano Laziale: ammodernamento pubblica illuminazione, led su tutto il territorio   Il rispetto ambientale della nostra città passa anche attraverso un’attenta opera di efficientamento energetico della pubblica illuminazione stradale. In quest’ottica nei primi mesi del prossimo anno saranno sostituite le...

TEATRO CIVICO ROCCA DI PAPA – L’ANTIGONE

TEATRO CIVICO ROCCA DI PAPA – L’ANTIGONE
giugno 24
16:18 2018

 

Saggio finale della Scuola d’Arte Blue in the Face, nel Teatro Civico di Rocca di Papa, sabato 23 giugno: in scena l’Antigone di Sofocle.

Un canto greco s’alza in penombra e la luce precede una giovanissima figura, rendendola quasi evanescente, pur se la sua voce non trema…

La tragedia è tra le più note: Antigone è condannata dalla Legge dello Stato, nella persona di Creonte suo futuro suocero,  a morire sepolta viva per aver trasgredito l’ordine di lasciar insepolta la salma di suo fratello  Polinice.

Violar le leggi umane per difendere e onorare quelle divine dettate dalla propria coscienza,  fa sì che la tragedia prenda forma e fiorisca funerea tra due scelte, sulle quali la Ragione non prende dimora: e maggiore,  è il risentimento del re verso Antigone, donna che osa sfidare la Legge,  simbolo indiscusso di potere maschile.

Una contrapposizione marcata che nasce dall’orgoglio della femminilità che non si lascia piegare e osa ribellarsi pur di dar ascolto alla propria idea di equità, agli affetti,  arrivando anche a darsi la morte, non accettando l’ingiusta condanna.

Travalica persino i legami di sangue l’ostinazione di Creonte, che non ascolta la disperazione del suo stesso figlio, promesso sposo della giovane Antigone e, troppo tardi tenterà di porre rimedio alla sua ostinazione, ritrovandosi colpito nella perdita degli affetti – suo figlio e sua moglie – che disperati abbracceranno la morte travolti, dal suicidio della giovane donna –  Emone – e del figlio stesso, sua madre Euridice.

Una rappresentazione non facile, con la regia di Enrico Maria Falconi, nella quale gli interpreti Anastasia Velesco, Andrea Polidori, Margherita Molo, Silvia Diegoli e Virginia Serafini – allievi  adulti – hanno dato prova di una grande bravura. Con loro, altrettanto valenti, Asia Retico, Alice Sarnelli e Andrea Leone Blasi.

Terminano per quest’anno la Stagione e la Scuola di teatro per questo  nostro Civico, ma i nostri amici del Blue in The Face, compresi coloro che son dietro le quinte,  sono già all’opera per il prossimo anno e tutti noi in attesa di ascoltare simbolicamente, a luci spente, seduti sulle poltroncine rosse, un ologrammatico Eduardo annunciare: Su il sipario!!

 

 

 

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento