Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Tripudio della cucina Pompeiana a Shangai con lo chef De Feo

Tripudio della cucina Pompeiana a Shangai con lo chef De Feo
Ottobre 03
06:28 2016

Protagonista indiscussa dell’evento gastronomico di fine settembre al Mammamia di Shanghai è stata la tradizione culinaria pompeiana. Un evento voluto dall’Associazione Campani Cina che ha affidato alle prodigiose mani dello chef Rino De Feo di Castellammare di Stabia l’organizzazione della serata. Sono ormai anni che lo chef De Feo esporta la trazione culinaria italiana sulle tavole estere facendo assaporare il vero gusto italiano con piatti della tradizione campana. L’evento che ha deliziato i palati di italiani e cinesi venerdì sera, De Feo lo ha dedicato all’antica cucina pompeiana. Tantissimi italiani, ma anche tanti i cinesi stupiti dagli abiti, dalle musiche, dall’atmosfera. Al Mammamia di Shanghai si è aggiunta anche l’Accademia della Cucina Italiana aggiungendo un ulteriore tocco di italianità. Tutto era stato organizzato nei dettagli, tra i piatti più graditi il crostino con ricotta e pasticcio di olive, il formaggio aromatizzato alle erbe, le polpette di Apicio di carne e pinoli, e il tipico pane con noci e miele. Dulcis in fundo la tanto apprezzata Cassata di Oplontis che ha fatto davvero emozionare tutti. Grande soddisfazione da parte dello chef De Feo che mette in tavola una vera forma d’arte che delizia l’occhio e il palato; congratulazioni espresse dai soci dell’Associazione Campani Cina che nell’occasione hanno potuto sentirsi un po’ a casa!


Daniela Leone

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Gennaio 2023
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”