Notizie in Controluce

Tuscolo, realizzazione parcheggio di Grottaferrata

 Ultime Notizie
  • Cori, sistemazione idrogeologica Cori, sistemazione idrogeologica: richieste di contributi al Viminale per 2 milioni e mezzo di euro La Giunta Municipale del Comune di Cori ha approvato con separate deliberazioni un pacchetto di...
  • Giornata Internazionale della Pace Giornata Internazionale della Pace: Save the Children, 415 milioni di bambini esposti al potenziale fuoco incrociato delle armi e degli effetti Covid-19; in Yemen, in piena emergenza, i bombardamenti sono...
  • XXX edizione per IL PREMIO DI PITTURA “ LA SCALETTA” Compie trent’anni, il Premio di pittura “La Scaletta” oggi dedicato al suo fondatore Gustavo Gualtieri che lo propose per la prima volta sulla scalinata di Via Ettore Novelli da qui...
  • VELLETRI WINE FESTIVAL “NICOLA FERRI” programma Presentata Venerdì 18 Settembre presso il Polo Espositivo Juana Romani l’ VIII edizione del VELLETRI WINE FESTIVAL “NICOLA FERRI” alla presenza del Sindaco Orlando Pocci dell’Assessore alla Cultura Romina Trenta...
  • SAGRA DELL’UVA ANNULLATA SAGRA DELL’UVA ANNULLATA, DE FELICE (UNA PAGINA DA SCRIVERE): “DECISIONE GRAVE MA NECESSARIA. RESTIAMO UNITI DI FRONTE A QUESTA SCOSSA EMOTIVA. DIMOSTRIAMO DI ESSERE DAVVERO UNA COMUNITÀ” “Apprendiamo con grande...
  • Al Prof. Roberto Dovesi il Premio “Prof. Luigi Tartufari” attribuito dall’Accademia Nazionale dei Lincei La Commissione ha premiato il Prof. Dovesi per i suoi studi finalizzati alla realizzazione di strumenti formali e computazionali per lo studio quantomeccanico dei solidi cristallini. L’Accademia Nazionale dei Lincei ha...

Tuscolo, realizzazione parcheggio di Grottaferrata

Febbraio 01
15:55 2010

• Il parcheggio in questione è strumentale alla fruizione del Parco Archeologico Culturale di Tuscolo, progetto di valorizzazione condiviso dalla Comunità Montana con tutte le Amministrazioni Comunali locali, con gli organi della Regione Lazio e della Provincia di Roma, con la Soprintendenza Archeologica del Lazio, con le Associazioni del territorio e con il Parco Regionale dei Castelli Romani e Prenestini.

• L’intervento progettuale è collocato sulla strada provinciale che sale a Tuscolo da Grottaferrata, in una spianata naturale che si trova poco prima del cosiddetto curvone, in corrispondenza, per far capire meglio, al PUA in costruzione nella parte sottostante della stessa strada. Al momento, nel sito scelto per il parcheggio, si intravedere solo una prima recinzione di cantiere e poco più si potrà vedere al termine dei lavori, visto che saranno utilizzate esclusivamente tecniche naturalistiche.

• L’intervento infatti è finanziato dalla Provincia di Roma, cui spetta la competenza sulla viabilità locale, ed è regolato da una precisa convenzione tra Provincia e Comunità Montana sulle modalità di realizzo, che prevede un intervento di sola ingegneria naturalistica, con l’uso esclusivo di legno rinforzato con macere e lapillo, “escludendo anche un centimetro cubo di cemento”, come lo stesso Presidente della Comunità Montana Giuseppe De Righi ci tiene a sottolineare. Il tutto nel pieno rispetto del quaderno di cantiere (Palificata Viva tipo Roma), pubblicato e approvato dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio.

• Ora, in coincidenza con l’avvio dei lavori, la Provincia ha chiesto alla Comunità Montana di apportare una piccola modifica al progetto, con lo spostamento in avanti dell’entrata al parcheggio, in modo che non coincida con la curva, e l’apposizione, sempre per sicurezza, di un piccolo guard-rail di legno. Modifiche che non mutano nella sostanza il progetto, ma che l’ Ente Parco in un lettera formale respinge, dichiarandole non accoglibili.

• Ad oggi non si comprende come il Parco dei Castelli possa negare un nulla osta a queste modifiche del tutto marginali, con motivazioni che tirano in ballo la viabilità generale dell’area e la convenzione stipulata tra Comunità Montana e Provincia di Roma, questione che non rientra affatto tra le competenze del Parco, cui spetta per legge solo la valutazione ambientale, che l’apposizione di un guard-rail in legno certo non modifica, se non in meglio.

• La Comunità Montana ha provveduto in questi giorni a presentare delle controdeduzioni al parere del Parco,dove si esplicano i punti sopra esposti in modo dettagliato e preciso, auspicando un provvedimento di revisione da parte della dirigenza – Si tratta secondo me di un grosso fraintendimento tecnico, – commenta il Presidente De Righi – che sicuramente, con le precisazioni che abbiamo descritto, sarà fugato, con il rilascio del nulla osta a procedere anche alla realizzazione di questa piccola modifica, prescritta dalla Provincia di Roma, con lo scopo di garantire maggiore sicurezza al traffico veicolare.

Condividi

Articoli Simili