Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Ucraina: Andriy Shevchenko visita una scuola estiva di Save the Children per i bambini rifugiati ucraini in Polonia

Luglio 25
18:44 2022

Ucraina: Andriy Shevchenko visita una scuola estiva di Save the Children per i bambini rifugiati ucraini in Polonia

La leggenda del calcio ucraino ha chiesto un maggiore sostegno alla salute mentale dei piccoli: Non basta togliere un bambino dalla guerra. Dobbiamo togliere la guerra dalla mente dei bambini”, ha dichiarato.

Le foto e il broll sono disponibili al link:
  https://www.contenthubsavethechildren.org/Package/2O4C2S8D2ZH7

 La leggenda del calcio ucraino Andriy Shevchenko ha visitato a sorpresa una scuola estiva di Save the Children a Varsavia per incontrare i bambini fuggiti dagli orrori della guerra nel suo Paese e ha chiesto un maggiore sostegno per la salute psicologica dei piccoli rifugiati.

Da quando la guerra si è intensificata cinque mesi fa in Europa sono stati registrati almeno 5,8 milioni di rifugiati provenienti dall’Ucraina e si stima che la metà siano bambini, molti dei quali non hanno avuto accesso all’istruzione per settimane.

Le scuole estive di Save the Children per i bambini ucraini in Polonia forniscono un rifugio sicuro dove i giovani rifugiati possono migliorare la loro istruzione, la loro salute mentale e il loro benessere psicosociale.

Shevchenko, 45 anni, ex capitano e allenatore della nazionale ucraina e attaccante del Milan e del Chelsea, ha trascorso un po’ di tempo con i bambini e ha potuto osservare l’intervento TeamUp – sviluppato e realizzato da War Child e Save the Children e sostenuto da Laureus Sport for Good, di cui è ambasciatore –  che ha l’obiettivo di migliorare la salute mentale e il benessere psicosociale dei bambini attraverso il gioco.

“Quasi tre milioni di bambini ucraini, a causa del conflitto, sono stati costretti a fuggire dalle loro case negli ultimi cinque mesi. L’impatto fisico della guerra è evidente ma non possiamo dimenticare l’impatto psicologico su questi bambini e ragazzi. Non basta togliere un bambino dalla guerra. Dobbiamo togliere la guerra dalla mente dei bambini. Lo sport ha il potere incredibile di abbattere le barriere e creare speranza nei momenti di disperazione. Oggi a Varsavia abbiamo visto il meglio dello sport e del gioco in azione durante le divertenti ed edificanti attività di TeamUp. Sono orgoglioso e grato che Laureus sostenga iniziative come questa, in collaborazione con War Child e Save the Children, per aiutare questi bambini e le loro famiglie. Dobbiamo continuare a lavorare insieme per il futuro di questi bambini”, ha dichiarato l’ex calciatore.

Shevchenko, vincitore del Pallone d’Oro nel 2004, si è ritirato dal calcio professionistico nel 2012.  È tornato a praticare questo sport nel 2016 come allenatore in seconda della nazionale ucraina e nel 2016 è stato nominato allenatore fino al 2021 portando la nazione ai quarti di finale di UEFA Euro 2020. Recentemente è stato allenatore del Genoa, club di Serie A.

Molti dei bambini che Shevchenko ha incontrato vivono quotidianamente l’incertezza, la paura e l’angoscia. Anche quando trovano sicurezza in un altro Paese, sono spesso silenziosi e chiusi in se stessi o sfrontati e prepotenti. Le scuole estive offrono loro l’opportunità di esplorare ed elaborare le loro esperienze emotive attraverso lo sport e il gioco, garantendo al contempo che non rimangano indietro nell’apprendimento.

TeamUp è un metodo innovativo e scientificamente provato – che coniuga movimento, gioco e sport – con l’obiettivo di aiutare i bambini colpiti da conflitti, di età compresa tra i 6 e i 18 anni, a gestire le loro emozioni e ad alleviare lo stress nel loro corpo. Le sessioni di TeamUp sono anche divertenti e incoraggiano i bambini a muoversi, giocare e ridere insieme, stimolandoli a fare le nuove amicizie e ritrovare la serenità e l’ottimismo.

Ogni sessione di TeamUp consiste in attività che hanno un obiettivo specifico legato a un tema come la gestione della rabbia o dello stress e l’interazione con i coetanei. Le sessioni si svolgono almeno una volta alla settimana e sono realizzate secondo una serie di principi fissi (“stesso luogo, stesse faccie, stessa ora”) che garantiscono ai bambini una routine che li rassicura.

“I bambini sono naturalmente resilienti ma hanno bisogno del nostro sostegno per tornare a essere bambini. È proprio quello che stiamo cercando di fare, non solo in Polonia ma in tutta Europa, e siamo grati a Laureus per l’opportunità che ci offre, attraverso TeamUp”, ha dichiarato Frank Velthuizen, direttore del programma TeamUp di War Child.

“I bambini ucraini hanno vissuto tante esperienze in soli cinque mesi. Essere costretti a fuggire dalla propria casa è un evento che cambia la vita e che spesso porta a conseguenze negative che possono persistere per anni. I nostri operatori continuano a constatare l’impatto psicologico ed emotivo che questa guerra sta avendo sui minori. La cosa più importante è offrire loro uno spazio sicuro e protetto dove possano esprimere le loro paure e preoccupazioni. I nostri programmi di scuola estiva, in Polonia e in tutta Europa, assicurano un ambiente di sostegno e cura, in cui i bambini ucraini possono mantenere un senso di normalità mentre si impegnano in attività di gioco e apprendimento di supporto. Attività come lo sport e il gioco possono aiutarli a scaricare lo stress e l’ansia, dopo aver visto cose che nessun bambino dovrebbe mai vedere”, ha aggiunto Basile Ema Ebede, responsabile del team di risposta di Save the Children in Polonia.

All’inizio di quest’anno, Laureus ha istituito il suo “Fondo per lo sport per la pace e l’azione umanitaria” per contribuire ad alleviare il disastro umanitario che si sta verificando in Ucraina e nei paesi limitrofi. Il fondo consente a Laureus di rispondere più rapidamente e con determinazione per sostenere le persone più vulnerabili del mondo di fronte alle crisi. Grazie a questo fondo, Laureus ha potuto fornire un sostegno tempestivo al programma TeamUp. Laureus Sport for Good collabora con oltre 250 organizzazioni sportive comunitarie in tutto il mondo che utilizzano il potere dello sport per combattere la violenza, la discriminazione e lo svantaggio dei giovani. Insieme ai propri partner, Laureus Sport for Good ha raggiunto e contribuito a cambiare la vita di oltre sei milioni di bambini e giovani dal 2000.

Informazioni su Laureus

Laureus è un movimento globale che utilizza il potere dello sport per trasformare la vita dei bambini e dei giovani. Nel 2000, Nelson Mandela, fondatore di Laureus, ha affermato che “lo sport ha il potere di cambiare il mondo” e queste parole sono diventate la filosofia di Laureus e la forza trainante del suo lavoro. Dal 2000, Laureus Sport for Good ha utilizzato il potere dello sport per cambiare la vita di oltre sei milioni di giovani e attualmente sostiene più di 250 programmi in 50 Paesi e territori. Gli annuali Laureus World Sports Awards celebrano il potere ispiratore dello sport, dagli atleti e dalle squadre che hanno ottenuto i migliori risultati agli sportivi che usano le loro piattaforme per influenzare il cambiamento nella società.

Informazioni su TeamUp

Per conoscere la metodologia di TeamUp, la ricerca accademica alla base dell’intervento e l’uso di TeamUp in tutto il mondo, cliccare qui: https://www.warchildholland.org/intervention-teamup/

Informazioni su War Child

Crediamo che nessun bambino debba essere coinvolto in una guerra. Mai. Sosteniamo i bambini a mantenere la speranza nei momenti più bui della loro vita. Ispirandoli a ricordare la loro gioia, felicità e libertà. Crediamo nel potere dell’ascolto, dell’empatia e della consolazione per salvare la vita dei bambini. Ma non crediamo ciecamente, testando rigorosamente le nostre convinzioni e le nostre pratiche. Mettiamo in pratica ciò che funziona. Tuttavia, sappiamo che i bambini bisognosi sono molti di più di quelli che War Child può sostenere da sola. Non possiamo farcela da soli. Ecco perché vogliamo condividere la nostra passione, le nostre conoscenze e le nostre azioni.


Informazioni su Save the Children

In tutta l’Ucraina e l’Europa, Save the Children ha risposto ai bisogni immediati di bambini e famiglie fornendo assistenza in denaro, cibo, acqua potabile e kit per l’igiene e ha sostenuto l’accesso dei bambini all’istruzione attraverso piattaforme digitali e scuole estive. I team specializzati di Save the Children offrono anche servizi sociali e ricreativi attraverso gli Spazi a misura di Bambino – che consentono ai minori di accedere a un’istruzione sicura, inclusiva e di qualità – e collaborano con le scuole e i centri comunitari per supportare il benessere mentale e fornire supporto psicosociale (MHPSS).

Save the Children, da oltre 100 anni, lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro. Noi di Save the Children vogliamo che ogni bambina e ogni bambino abbiano un futuro. Lavoriamo ogni giorno con passione, determinazione e professionalità in Italia e nel resto del mondo per dare alle bambine e ai bambini l’opportunità di nascere e crescere sani, ricevere un’educazione ed essere protetti. Quando scoppia un’emergenza siamo tra i primi ad arrivare e fra gli ultimi ad andare via. Collaboriamo con realtà territoriali e partner per creare una rete che ci aiuti a soddisfare i bisogni delle e dei minori, garantire i loro diritti e ad ascoltare la loro voce.

Miglioriamo concretamente la vita di milioni di bambine e bambini, compresi quelli più difficili da raggiungere.

Per ulteriori informazioni:
Tel. 3455508132 – 3409367952 – 3389625274
ufficiostampa@savethechildren.org
www.savethechildren.it

 

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”