Notizie in Controluce

Una nuova ricerca storica verrà presentata a Frascati il 14 settembre

 Ultime Notizie

Una nuova ricerca storica verrà presentata a Frascati il 14 settembre

Una nuova ricerca storica  verrà presentata a Frascati il 14 settembre
settembre 08
09:45 2019

Cento profili biografici, trecento fotografie, numerosi dati statistici e la narrazione di molteplici e notevoli avvenimenti, costellano il volume Due secoli di storia del Movimento Cattolico Tuscolano, protagonisti e vicende, di cui è autore Valentino Marcon, a completamento della storia sull’Associazionismo Cattolico Tuscolano (il cui primo volume Le Confraternite di Frascati dal 1500 al XXI secolo è uscito un anno fa).

Il Movimento cattolico della diocesi di Frascati ha contribuito sostanzialmente alla storia sociale, ecclesiale e anche politica in due secoli di esistenza. Nato con i caratteri dell’intransigentismo – permanendo ancora lo Stato pontificio – con le prime associazioni e società operaie, man mano si inserì  nel solco segnato dalla Rerum Novarum di Leone XIII e, almeno in alcune sue frange giovanili, nel cammino intrapreso dalle idee di Toniolo e di don Romolo Murri, i cui seguaci tuscolani dettero vita ad alcuni dei primi circoli della Democrazia Cristiana, non solo a Frascati ma anche a Monte Compatri, Monte Porzio, ecc. quindi alle capillari iniziative largamente  diffuse soprattutto da parte dei circoli della Società della Gioventù Cattolica, che si costituì in Federazione diocesana nel 1919, l’anno in cui fu fondato anche il Partito Popolare di Sturzo che, nei Castelli ebbe una forte adesione, tanto da far eleggere anche alcuni sindaci (come Costanzo Montani a Frascati), che solo il fascismo estrometterà nel 1923 con un colpo di mano realizzato dai prefetti del regime. Anche durante il ‘ventennio’ comunque le associazioni di Ac operarono, sia pur al ‘riparo delle sacrestie’, per la formazione non solo catechetica e liturgica di ragazzi, giovani e adulti. Col secondo dopoguerra, furono le Associazioni di Azione Cattolica (Donne, Uomini, Giovani e Ragazze), dapprima a sostenere quella formazione etica che fu la base per l’impegno professionale e sociale di molti e anche per la partecipazione di più di qualcuno all’attività politica, mentre a fianco dell’Aci operavano nuovamente gli scout (ASCI fondati in diocesi nel 1921), la FUCI e i nuovi ‘movimenti’ quali le ACLI, la Gioc, il CIF, ecc., in una sorta di sinergia a sostegno della ricostruzione popolare morale e civile.

Dopo il Concilio, perduta la ‘supremazia’ nel campo dell’apostolato dei laici da parte dell’AC, nuovi Movimenti si affacciavano alla ribalta dell’impegno ecclesiale, per lo più al di fuori del ‘recinto’ parrocchiale e tuttavia coordinati dalla Consulta delle Aggregazioni dell’apostolato dei laici in cui l’Azione Cattolica ha avuto un ruolo non marginale.

La storia del Movimento Cattolico Tuscolano, variegata e complessa nelle sue diverse articolazioni è studiata e riassunta in questo denso volume, che verrà presentato dallo storico Ernesto Preziosi e da due noti giornalisti, Marco Frittella del TG1 e Giuseppina Paterniti direttore del TG3.

La presentazione – che ha il patrocinio del Comune di Frascati e la partecipazione delle Associazioni ‘Amici di Frascati’ e ‘Controluce’ di Montecompatri – si terrà nell’auditorium delle Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati, sabato 14 settembre 2019 alle 17,30.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento