Notizie in Controluce

Valmontone, gli insegnanti tornano a scuola

 Ultime Notizie

Valmontone, gli insegnanti tornano a scuola

Marzo 20
16:49 2014

nato nel 2009 per iniziativa del Cirps Consortium, dell’Associazione Aiforms e del Cirps e da quest’anno opera con il patrocinio del Comune di Valmontone. Ai primi incontri, hanno aderito circa 80 gli insegnanti per ciascuna giornata formativa, tanto che l’organizzazione ha aumentato il numero degli incontri di una ulteriore unità, dando altro spazio ad un intervento in più per la scuola primaria.
Il centro polifunzionale scolastico è uno sportello d’ascolto permanente per la scuola aperto alla persona, alla famiglia, al gruppo, che, seguendo un approccio sistemico integrato, crea un’area intermedia fra quella dell’istruzione in senso stretto e ¬¬quella dell’educazione, con servizi di psicologia scolastica che intervengono sui disturbi dell’apprendimento, prevenzione primaria laboratori specialistici, integrazione e formazione, mediazione interculturale, per una soluzione strutturata e permanente all’interno di Palazzo Doria Pamphilj in continua osmosi fra il sistema scolastico e il territorio
Il corso di formazione per docenti si rivolge all’intero corpo insegnante dell’Istituto Comprensivo Madre Teresa di Calcutta e prevede un ciclo di 7 incontri, ripartiti in momenti congiunti e differenziati per ordine di scuola, della durata di un’ora e mezza l’uno fino ad aprile 2014. La sede degli incontri è il CPS di Valmontone, e l’azione formativa è coordinata e condotta dalla psicologa Serena Zurma, coordinatrice CPS, coadiuvata in aula da altri docenti esperti di settore.
“Ancora una volta – commenta il vice sindaco con delega alla cultura, Eleonora Mattia – abbiamo messo al centro le persone, ripartendo dalla scuola e dalla formazione dei docenti in quell’idea di città a misura di bambino che, per forza di cose, ha nella scuola il principale riferimento. Con questo corso, per il quale un plauso speciale va agli organizzatori, abbiamo voluto mettere i docenti in condizione di riconoscere e affrontare nel modo migliore i bambini con difficoltà di apprendimento, per dar loro una risposta adeguata sia sotto il profilo didattico che relazionale”.

Condividi

Articoli Simili