Notizie in Controluce

Velletri2030 – seminari le vie della scienza

 Ultime Notizie

Velletri2030 – seminari le vie della scienza

gennaio 21
21:42 2019

 

Il prossimo Seminario del Ciclo “Le vie della Scienza“, intitolato “Nuovi materiali e Nanotecnologie: natura del Grafene” si terrà sabato 19 Gennaio, 2019, come da calendario in Allegato.

Le moderne nanotecnologie consentono di modificare le proprietà della materia manipolando su scala nanometrica piccolissimi aggregati di atomi. Questa possibilità ha aperto una nuova era nella progettazione dei materiali rendendo possibile concepirne di nuovi, i nanomateriali, spesso più efficienti e più adatti alla applicazioni finali per cui sono pensati. Il risultato è che il loro impiego anche in oggetti e strumenti di vita quotidiana è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni aprendo interessanti prospettive di utilizzo in diversi settori scientifici ed industriali. Una classe particolare di nanomateriali che ha suscitato grandissimo interesse è quella dei materiali costituiti da Grafene, un materiale dalle straordinarie proprietà ancora non del tutto comprese ma che ha già trovato ampia diffusione in diversi settori scientifici e tecnologici. Tuttavia il largo utilizzo di questa nuova classe di materiali fuori dai laboratori ha suscitato un timore diffuso per il loro impatto sulla salute e l’ambiente. Numerosi organismi internazionali di controllo hanno avviato campagne sperimentali per determinare i limiti di utilizzo dei nanomateriali.

Gli strumenti che si usano per la progettazione delle nanotecnologie sono modelli  di simulazione e potenti calcolatori, trattandosi di studiare gli interventi sulla materia a livello atomico e molecolare su scala nanometrica: il nanometro, è un’unità di misura di lunghezza, corrispondente ad un miliardesimo di metro, pari ad un milionesimo di millimetro. In scala nanometrica: un nanometro, un miliardesimo di metro, corrisponde alle dimensioni di una molecola.

Il primo riferimento a questa scienza risale al discorso tenuto da Richard Feynman, fisico statunitense, nel 1959, che suggerì un sistema utile a sviluppare la manipolazione diretta di atomi e molecole, il cosiddetto scale-down ovvero progettare una serie di macchine utensili in scala 1:10, per poi utilizzarli per sviluppare e controllare la generazione successiva di utensili, in scala 1:100, e così via. Il termine nanotecnologia fu inventato nel 1986 da Kim Eric Drexler, un ingegnere statunitense,  che la definì : “una tecnologia a livello molecolare che ci permetterà di porre ogni atomo dove vogliamo che esso venga posizionato”.

Per capire meglio la dimensione del nanometro ecco alcuni esempi: la cruna di un ago è grande un milione di nanometri, un globulo rosso misura circa mille nanometri, un frammento di DNA è lungo pochi nanometri e si consideri che contiene tutte le informazioni necessarie allo sviluppo di un intero organismo vivente.

Oggi diverse Università italiane offrono corsi di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Nanotecnologie. Una grande opportunità per i giovani che vogliono catturare il futuro.

Vi aspettiamo numerosi.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento