Notizie in Controluce

VILLAGE CELIMONTANA – LA PROGRAMMAZIONE DAL 20 AL 25 AGOSTO 2019

 Ultime Notizie

VILLAGE CELIMONTANA – LA PROGRAMMAZIONE DAL 20 AL 25 AGOSTO 2019

agosto 19
10:35 2019

VILLAGE CELIMONTANA

IL FESTIVAL JAZZ CON PIÙ AFFLUENZA D’EUROPA

L’estate romana si riempie di Musica con

più di 100 concerti dal 1° giugno al 10 settembre 2019

LA PROGRAMMAZIONE DAL 20 AL 25 AGOSTO 2019

Media Partner Ufficiale della Rassegna

Dimensione suono soft

 

L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

 

Villa Celimontana

Via della Navicella, 12

3490709468

www.villagecelimontana.it

Dal 1° giugno al 10 settembre

Inizio concerti ore 22:00

Ingresso free

 

OGNI LUNEDÌ – CELIMONTANGO

 

OGNI MARTEDÌ – SERATA SWING SWING SWING

Scuola di ballo con lezione gratuita ore 20:30

Concerto Live ore 22:00

 

OGNI VENERDI’ – EMANUELE URSO “THE KING OF SWING”

  

 

MARTEDI’ 20 AGOSTO

SWING SWING SWING – SWINGIN’ FAT CATS

SWING

 

Ogni martedì si balla al Village Celimontana con la serata a tema “SWING SWING SWING ! Spazio per i Lindy Hoppers e amanti del ballo Swing! Ogni settimana una lezione di ballo gratuita ad inizio serata per imparare i primi passi e ballare ritmo di Swing. Questa volta, martedì 20 agosto, sarà il turno della scuola Swing It!

 

A seguire il concerto degli Swingin’ Fat Cats, quattro gatti Franco-italiani riuniti per fare vivere lo swing insieme alla grande comunità romana di Lindy Hop. Grande varietà nel repertorio con qualche perla del great American songbook, molte sorprese in perfetto stile francese e anche dello swing tutto italiano. La band è formata da Clara Simonoviez alla voce, Jean-sébastien Simonoviez al pianoforte, Renato Gattone al contrabbasso e Francesco Bonofiglio alla batteria.

 

L’evento è in collaborazione con Lalla Hop e dj Arpad, che si alterneranno durante la serata tra palco e consolle.

 

Selezioni musicali swing ore 20:00

Lezione di ballo gratuita per principianti ore 21:00

Concerto di Swingin’ Fat Cats, ore 22:00

Djset Only Swing a cura Monia dj 23:00

Ingresso free

 

Line-up

Clara Simonoviez, voce

Jean-Sébastien Simonoviez, pianoforte,

Renato Gattone, contrabbasso

Francesco Bonofiglio, batteria.

 

 

MERCOLEDI’ 21 AGOSTO

STEFANO ABITANTE E I SUOI ASTERNOVAS

TRIBUTO A FRED BUSCAGLIONE

CON STEFANO ABITANTE E ADRIANO URSO TRIO

 

Il Jazz americano incontra il Jazz italiano con uno speciale tributo ad un personaggio unico e molto amato, il gangster all’italiana Fred Buscaglione, interpretato dal poliedrico attore, cantante e trombettista Stefano Abitante. Il gruppo è condotto dal suo leader Adriano Urso, grande pianista con una ricca lista di collaborazioni nel corso degli ultimi 20 anni.

Line-up

Luca Ingletti, Batteria

Adriano Urso, Piano

Stefano Abitante, Voce

Sergio Piccarozzi, Chitarra

Federico Mazzola, Contrabbasso

Vittorio Cuculo, Sax

 

 

GIOVEDI’ 22 AGOSTO

LES CHATS NOIRS

CANZONE FRANCESE

 

Un viaggio nella Parigi degli anni 40 con les chats noirs, un elegante quartetto che riprenderà le melodie francese più famose come la vie en rose, la mer, quel reste-t-il de nos amours e anche meno conosciute. Una voce, una fisarmonica, una chitarra manouche e un contrabbasso per creare un’atmosfera leggera, divertente e “absolument délicieuse”.

 

Line-up

Clara Simonoviez, Voce

Primiano Di Biase, Fisarmonica

Augusto Creni, Chitarra

Renato Gattone, Contrabbasso

 

VENERDI’ 23 AGOSTO

EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” BIG BAND

SWING

 

Un tuffo nell’America degli anni ’30 e soprattutto in quell’epoca che a posteriori è stata definita la “Swing Era”. Venerdì 7 giugno 2019 l’appuntamento al Village Celimontana è con il re dello Swing “Emanuele Urso” con la sua straripante e coinvolgente big band composta da ben 17 elementi. Non solo un concerto, dunque, ma un vero e proprio viaggio in musica verso un periodo storico (’35 – ’45) che ha lasciato una traccia indelebile nella storia stessa. Erano quelli gli anni in cui si affermavano artisti quali Benny Goodman, Jimmy, Tommy Dorsey, Glenn Miller, Harry James Charlie Barnet tra i bianchi e Chick Webb, Jimmy Lunceford, Sy Oliver, Cab Calloway tra i neri. Un jazz diverso, dunque, più raffinato e dolce che si andava a sostituire a quella musica più “nera” e viscerale di artisti importanti quali King Oliver, il primo Louis Armstrong ed il primo Duke Ellington.

 

La big band capitanata da Emanuele Urso, che da anni si contraddistingue per gusto, tecnica e raffinatezza, ci riporta proprio in quel periodo storico: quegli anni ’30 in cui le sale erano prese da assalto da ballerini, mentre piccolo e grande schermo trasmettevano concerti che avrebbero lasciato un grande retaggio alle generazioni future. Quello di venerdì 4 aprile sarà, dunque, uno spettacolo che riporterà il pubblico verso questo immaginario, con un approfondimento particolare ad autori quali il grande Banny Goodman, senza dubbio uno dei più grandi musicisti, compositori e direttori d’orchestra della storia. Inoltre la big band proporrà i brani con gli arrangiamenti originali che Fletcher Henderson scrisse per Benny Goodman Orchestra, un’ulteriore prova di autenticità di uno show che ripercorre la poetica del “Cotton Club” di Harlem degli anni ’30 con tutta la sua energia.

 

Emanuele Urso è polistrumentista dalla grande raffinatezza artistica: quando suona il clarinetto dà prova di grande tecnica, eleganza e talento improvvisativo, quando è alla batteria, invece diventa energia e potenza allo stato puro. E’ senza dubbio uno dei più grandi interpreti moderni del suono di quell’epoca e lo spettacolo non si limita ad una mera riproduzione, ma rappresenta una vera e propria immersione in un’altra epoca. Merito non solo della tecnica dei musicisti, impeccabile e sublime, ma anche del gusto e della poetica di un musicista dalla grande sensibilità musicale che ha creato e sa dirigere alla perfezione una big band di grande livello.

 

 

Line-up

Emanuele Urso, Clarinetto/Batteria

Lorenzo Soriano, Tromba

Giuseppe De Simoni, Tromba

Federico Colalelli, Tromba

Alessandro Fumarola, Tromba

Stefano Matteucci, Sax

Stefano Di Grigoli, Sax

Lucia Cardone, Sax

Daniele Dominici, Sax Contralto

Marco Pace, Sax

Alessandro Cicchirillo, Trombone

Nicola Fumarola, Trombone

Adriano Urso, Piano

Sergio Piccarozzi, Chitarra

Stefano Napoli, Contrabbasso

Giovanni Cicchirillo, Batteria

Clara Simonoviez, Voce

 

 

SABATO 24 AGOSTO

SILVIA MANCO & DAVIDE PALMA – NAT KING COLE & NATALIE COLE

JAZZ VOCALE

 

L’album Unforgettable di Natalie Cole fu l’amorevole e rispettoso omaggio della figlia, anch’essa nota cantante, alla figura del grande Nat King Cole. In un classico quartetto jazz con Silvia Manco al piano e voce e Davide Palma alla voce, i due vocalist/pianisti intrecceranno le loro voci e si alterneranno in questo doveroso tributo all’arte musicale di Nat King Cole che è eredità di ogni crooner/pianista.

 

Line-up

Silvia Manco, piano e voce

Davide Palma, voce

Francesco Puglisi, contrabbasso

Andrea Nunzi, batteria

 

 

DOMENICA 25 AGOSTO

LEILA DUCLOS GIPSY QUARTET

JAZZ MANOUCHE

 

Leila Duclos è uno dei nuovi talenti emergenti della scena musicale di Parigi, da anni ormai una delle capitali del jazz europeo. La giovane cantante/chitarrista è da sempre immersa nel mondo del jazz, fin da piccola, essendo anche figlia d’arte. Suo padre, Cyril Duclos, anch’egli chitarrista, le ha trasmesso la grande passione per il genio del Gipsy Jazz ovvero il grande Django Reinhardt, ma anche per tanta musica afro-americana. Tra i suoi idoli infatti c’è la leggendaria Ella Fitzgerald dalla quale è stata da sempre ispirata fino a sviluppare la virtuosa tecnica dello scat, usando la voce come uno strumento musicale. Grazie all’originale fusione di questi stili la Duclos si fa notare presto e si esibisce regolarmente in alcuni dei più prestigiosi jazz club parigini tra cui “Sunset”, Cafe et Rimbaut”, “38Riv” collaborando tra gli altri con il grande maestro del jazz manouche e flamenco Raphael Fays.

 

In questa occasione e per l’intero tour italiano, già il secondo quest’anno, collaborerà con il Massimo Barrella Gipsy trio. Massimo Barrella, chitarrista e compositore di consolidata esperienza, proviene dalla scuola salernitana, riconosciuta ormai da molti anni come una delle migliori espressioni del jazz italiano. Si è esibito come leader e come sideman nell’ambito di numerosi festival e rassegne nei teatri e nei jazz club italiani ed europei, spesso in tour con molti nomi della scena jazz internazionale tra i quali Randy Brecker, Wayne Tucker, Lauren Henderson, James Thompson, Gregg Kofi Brown, Noreda Graves, Giovanni Amato, Jerry Popolo, Aldo Vigorito.

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento