Notizie in Controluce

Vite straordinarie di italiani in Francia con la direttrice d’orchestra Natali

 Ultime Notizie

Vite straordinarie di italiani in Francia con la direttrice d’orchestra Natali

Vite straordinarie di italiani in Francia con la direttrice d’orchestra Natali
Febbraio 06
18:33 2020

Parigi – Venerdì 7 febbraio 2020, in occasione della presentazione del libro L’Italia del Père-Lachaise vite straordinarie degli italiani di Francia e dei francesi in Italia, pubblicato da Skira, Teresa Castaldo, Ambasciatrice d’Italia in Francia, ha invitato Damiana Natali, direttore d’orchestra, a rappresentare il mondo musicale italiano presso l’Ambasciata italiana in Francia

In questa occasione Natali artista e donna, racconta in modo personale il soprano Giulia Grisi (1811-1869) uno dei tanti personaggi illustri italiani sepolti al Père – Lachaise. «Quando vidi la data di morte mi venne da pensare che erano passati 100 anni dalla mia nascita e così adottai il “personaggio” da rappresentare con grande rispetto e considerazione racconta Damiana Natali –  La Grisi portò notorietà e successo ad esimi compositori italiani interpretando ed esportando importanti loro opere liriche».

«Per l’amore che mi lega alla musica sono onorata di poterla rappresentare con questo ricordo personale, continua Natali,  con l’invito speciale presso lo splendido palazzo dell’Ambasciata italiana a Parigi, giunto dalla manager Simona Scuri dell’edizioni Skira e da Emilia Gatto, Console Generale d’Italia a Parigi, da Teresa Castaldo, Ambasciatrice d’Italia in Francia e Vincenzo Cirillo, Presidente Comites Parigi».

Saranno presenti inoltre, Costanza Stefanori, Coordinatrice scientifica, Teodoro Bartuccio, responsabile Comites del progetto L’Italia del Père-Lachaise. Vies extraordinaires des Italiens de France et des Français d’Italie, progetto che gode del sostegno della Direzione Generale per gli italiani all’estero del Ministero degli affari esteri e della Cooperazione internazionale. La cerimonia di presentazione italiana avverrà invece in numerose città tra cui Milano, Roma, Napoli, Livorno, Ravenna, Bari, Pesaro. (giovedì 13 febbraio alle 15:30 presso il Cimitero Monumentale, alla presenza dell’Assessore del Comune di Milano Roberta Cocco e il Console Generale di Francia M. Cyrille Rogeau).

Damiana Natali ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di cinque anni, a tenere presto concerti a suonare con l’orchestra a quindici, finché si trova a dirigere i suoi compagni di conservatorio. Dirigere e comporre era il suo sogno fin a piccola e la bacchetta del direttore che generava musica è sempre stata per Lei la vera magia. Divenuta pianista, compositore e direttore d’orchestra formandosi dapprima nei due principali Conservatori italiani “G. Verdi” di Torino e Milano, ha successivamente seguito scuole di alto perfezionamento prediligendo la scuola italiana, l’Accademia Chigiana di Siena, la Scuola Superiore di Musica di Fiesole, l’ Accademia Superiore di Musica di Pescara. Ha seguito grandi maestri: Wolfgang Sawallisch, Georges Prêtre, Rafael Frühbeck de Burgos, Riccardo Muti, Donato Renzetti ed Antonio Pappano, quest’ultimo, all’Accademia Santa Cecilia a Roma e alla Royal Opera House a Londra. Apprezzata come un talento nato per la direzione d’orchestra ha imparato molto in tecnica, interpretazione e stile, identificandosi infine con una sua originale e determinata personalità che ha portato l’interesse di pubblico, Enti, media, riviste e reti televisive.  Ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti e tra questi: il Premio di Composizione dell’International Federation of Business and Professional Women nel 2000; il prestigioso Premio internazionale Venere d’Argento per la Musica nel 2010 ad Erice, premio ottenuto anche dalle cantanti Noa e Katia Ricciarelli e da Rita Levi Montalcini premio nobel in campo scientifico; il Premio Internazionale Barozzi per l’Arte e la Cultura nel 2012. Le sue composizioni sono state trasmesse dalle reti Rai e Mediaset e tra queste, in Mondovisione. Tra le più note Dona Pacem brano sinfonico corale del 2016 e Soffio di Luce composto nel 2001 per Papa Giovanni Paolo II. Il brano nel 2015 è stato scelto a rappresentare la Fondazione Internazionale Adkins Chiti su oltre 120 composizioni provenienti da tutto il mondo.

Da anni svolge intensa attività di direttore d’orchestra presso Orchestre Italiane ed estere e nel 2008 ha fondato l’Orchestra Ars Armonica realizzando 12 anni di Musica con notevole riscontro di pubblico e critica unendo estetica ed etica, progetti sociali e solidali

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento