Notizie in Controluce

Vivace Grottaferrata, salvezza ad un passo

 Ultime Notizie

Vivace Grottaferrata, salvezza ad un passo

maggio 08
20:32 2011

I colpi di Benvenuti e del baby Palomba e le prodezze di Lampis trascinano i biancorossi di Borsa al colpaccio a Borgo Sabotino. L’Atletico sbaglia un rigore e ne segnano un altro quando è troppo tardi. I pontini ora rischiano.

Ore 12.30 circa della seconda, calda e soleggiata domenica di maggio. La Vivace Grottaferrata sta compiendo il colpo della giornata vincendo 2-0 sul campo del Nuovo Atletico Sabotino, squadra che ora la segue in classifica di un punto. Le orecchie dei tifosi e dei dirigenti sono volti verso le radioline che raccontano di buone notizie le notizie provenienti da Roma, stadio dell’Olimpia, dove il Cava dei Selci è in vantaggio sui padroni di casa, risultato che salverebbe matematicamente i biancorossi del mister Borsa ad una giornata dalla fine. Sembra il preludio ai festeggiamenti anticipati da vivere al fischio finale.

Negli ultimi minuti, poi, le prospettive cambiano perchè i capitolini di Pavone rimontano e rifilano tre gol alla ex seconda forza del campionato, mettendo tutto di nuovo in discussione e rimandando così al prossimo weekend ogni verdetto finale. Il gol a tempo scaduto mentre l’Atletico Sabotino riesce a segnare il gol che accorcia le distanze in pieno recupero e che però non cancella l’amarezza odierna.

Festa completa solo rimandata, dunque, per la coraggiosa Vivace Grottaferrata, chiamata quest’oggi a fare quello strappo decisivo per lasciarsi alle spalle l’incubo dei play-out, e autrice di una prestazione gagliarda e determinata, seppur condita da con qualche brivido di troppo. Di fronte un Atletico Sabotino tranquillo fino a qualche domenica fa e che da stasera deve pensar bene come affrontare l’ultimo impegno stagionale in casa della prima della classe Almas con due punti di vantaggio sulla mina Olimpia.

I biancorossi ospiti pervenivano al campo della Litoranea pontina senza Guarneri infortunato e con Pippo squalificato, Mastruzzi e Basili ad osservare le gesta dei compagni dalla tribuna. In panchina c’è Manuel Palomba, classe ’94 degli Allievi Regionali,m che risulterà protagonista e decisivo nella ripresa.

Pronti via e sul terreno di gioco di terra partono leggermente meglio i ragazzi di Gesmundo che al 5′ hanno una grossa occasione con Ponsa, bravo a sfruttare il “buco” sull’out di sinistra e a provare il tiro a botta sicura, ma bravissimo è Lampis a chiudere lo specchio della porta. E’ il primo di innumerevoli e miracolosi interventi del portierone grottaferratese. La prima risposta biancorossa passa per il destro da fuori area del centrocampista Piacentini, comunque fuori misura. Le squadre si mostrano combattive in ogni angolo del campo, e ci vuole un episodio favorevole per sbloccare il punteggio, cosa che avviene al minuto 23, quando sugli sviluppi di un calcio di punizione da sinistra battuto dalla Vivace, Cozzolino calcia da fuori un rasoterra che pesca la punta Benvenuti, bravo a deviare quel tanto per mettere fuori uso Raucci. Ad onor del vero, la posizione dell’attaccante biancorosso appare al di là della linea difensiva neroverde, fatto che fa imbestialire i padroni di casa, vane le loro proteste.

Il prezioso vantaggio scatena gli ardori dei castellani, che hanno nel contropiede una micidiale arma per far male, con gli scatti laterali di Mudadu e Chiappelloni a supporto della boa centrale Benvenuti. Al 34′, tuttavia, l’Atletico sfiora il pari in una situazione assai simile al gol ospite precedente. Corner da sinistra, tocco indietro per la conclusione dalla distanza intercettata in area dal centrale difensivo di casa Gazzi, con la palla che sfila di un soffio a lato. Due giri di lancette dopo sull’altra sponda Benvenuti compie una superlativa giocata sull’out sinistro, dribbling ad un avversario e suggerimento al centro in anticipo sull’uscita di Raucci, nessun compagno però riesce ad arrivare per chiudere al meglio l’azione, che sfuma. Al 43′ la grande occasione per i padroni di casa per riagguantare il risultato: in una mischia in area un attaccante neroverde va giù, per il signor D’Ambrogio si tratta senza ombra di dubbio calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Spogliatoio che incrocia di destro ma Lampis chiudeva la saracinesca deviando il pallone in calcio d’angolo: l’ennesima prodezza decisiva stagionale dell’estremo difensore del tecnico Borsa. Prima del riposo momentaneo, Mudadu in contropiede potrebbe far male alla retroguardia di casa ma per la stanchezza si allunga la palla anziché servire al centro il liberissimo Chiappelloni, che si arrabbia non poco nella circostanza.

Serie di cambi all’inizio e nei primi minuti della ripresa. L’Atletico Sabotino inserisce Mangili e Pennacchia al posto di Spogliatoio e Micheletti, due elementi che risultano da subito fra i più attivi e pericolosi per la squadra ospite. che a sua volta inserisce il giovanissimo attaccante Palomba per Napolitano. Il classe ’94 non è nuovo all’apparizione in prima squadra, e sin dalle prime battute appare subito in partita e voglioso di stupire, senza timori reverenziali. Entrano in campo in rapida serie anche Agopar per Chiappelloni e Di Giacomo per Benvenuti.

Al 55′ doppia chance per la squadra di casa: prima Mangili di destro da fuori, quindi Pennacchia imbeccato in piuenba area e completamente solo, si vedono chiudere ogni possibilità dalle parate formidabili del solito Lampis, un autentico muro. E pochi minuti dopo, per ricambiare il grande contributo del proprio portiere, Agopar e Palomba, neanche 35 anni in due, confezionano un’azione degna del manuale del calcio che vale il 2-0. L’esterno ’92 taglia al centro sulla linea mediana e vede il taglio dell’attaccante servendolo alla perfezione; il “16” controlla la sfera, la protegge dal ritorno dei difensori, quindi compie un dribbling a rientrare tale da indirizzarlo solo davanti a Raucci, che viene infilato da un colpo d’esterno che va a spegnersi all’angolino destro. Immensa la gioia della baby punta che viene sommerso dai propri compagni, mentre in tribuna impazziscono i supporters giunti da Grottaferrata, in particolare la mamma ed il papà del piccolo eroe, che festeggia così il suo primo gol ufficiale in prima squadra a 16 anni e 8 mesi. L’Atletico Sabotino non si arrende e le prova tutte per riaprire l’incontro. Al 67′ Di Matteo conclude in area, risposta di Lampis che respinge il pericolo, quindi al 72′ Gazzi di testa su calcio d’angolo manca di pochissimo il bersaglio. Come detto, l’attenzione si sposta verso gli altri campi, dove giungono prima ottime notizie, poi i tre gol dell’Olimpia spengono leggermente l’entusiasmo, soprattutto per i tifosi di casa, a cui non basta la soddisfazione del gol della bandiera di Mangili su calcio di rigore nel secondo minuto di recupero, causato da una respinta di mano di Nigro, ammonito nell’occasione. Il fischio finale dell’arbitro sancisce dunque il colpo corsaro della Vivace, che attende con trepidazione la prossima domenica per festeggiare fra le mura amiche l’agognata salvezza contro il Santa Maria delle Mole.

Articoli Simili

Archivio

Le Notizie per Data

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31