Notizie in Controluce

L’Associazionismo Cattolico Tuscolano

 Ultime Notizie

L’Associazionismo Cattolico Tuscolano

L’Associazionismo Cattolico Tuscolano
settembre 15
06:55 2019

Sabato 14 settembre 2019, dalle ore 17.30, presso l’auditorium delle Scuderie Aldobrandini di Frascati, si è tenuta la presentazione del libro volume II “Due secoli di storia del Movimento Cattolico Tuscolano, protagonisti e vicende”. Presente l’autore, esponenti dell’associazionismo, storici e giornalisti del TG1 e il direttore del TG3, è stato subito affermato il valore formativo e educativo dell’associazionismo e del volontariato, percorso comune di fede, ricerca, alterità, impegno concreto. Il grande valore del volontariato quindi, dove non è presente solo la religione ma anche l’educazione, l’etica, l’impegno civile e sociale nelle associazioni laicali. La storia con la S maiuscola, “la storia è qualcosa che non sta ferma”, studio per trovare motivi, aspirazioni, dove la “storia dell’umanità” è nel suo insieme una lezione da imparare, formata nel concreto da decisioni di uomini e donne che si sono accordati, hanno trovato un’intesa o meno, che corrisponde alla storia più profonda e vera, incontri, maturazione, lavoro impegnato e non semplice sfilza di date. La fine del potere temporale libera la Chiesa di tal potere e non più “Stato tra Stati ma luce tra le genti”. Il cattolicesimo come vocazione da non confondere con la parte, il partito, e l’associazionismo per formare coscienze, fornire alle persone un senso di responsabilità. Libertà, solidarietà, carità, cure verso gli altri, aprire strade, percorsi, sperimentare la spinta morale arricchita dalla ricchezza dell’esperienza e non rimpiangere il passato. L’associazionismo come trama umana di relazioni e solidale attenzione a ciò che si deve fare, dove “La Chiesa insegna ma anche impara dalla storia.” La partecipazione della donna all’inizio dell’associazionismo, collaborazione di personalità di estrazione sociale diversa, l’integrazione, il confronto e la responsabilità di scelte autonome. Associazionismo quindi interclassista e di forte identità. Dalla nascita del “Movimento Cattolico” intransigente nel territorio tuscolano presso Frascati come risposta alla breccia di Porta Pia in difesa del Pontefice “prigioniero in Vaticano”, alla Rerum Novarum, all’impegno sociale e alla pluralità associativa, dove ciascun movimento con i propri carismi fa crescere soprattutto la società civile. “Il problema vero è che il disagio sociale esiste” e il divario tra ricchi e poveri è considerevole. La corrosione della democrazia come accentuazione della diseguaglianza e la classe media impoverita, fenomeno collettivo e “frontiera dell’associazionismo”. Ciascuno con il proprio talento per migliorare il Paese, stare dove le cose accadono per controllarne il miglioramento, impegno forte di solidarietà. Cammino di formazione, cultura, impegno…

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento