Notizie in Controluce

LAVORO E FUTURO: I GIOVANI METTONO SUL TAVOLO LE LORO PROPOSTE

 Ultime Notizie

LAVORO E FUTURO: I GIOVANI METTONO SUL TAVOLO LE LORO PROPOSTE

LAVORO E FUTURO: I GIOVANI METTONO SUL  TAVOLO LE LORO PROPOSTE
Settembre 24
14:06 2020

I giovani sono stati i più colpiti dalle conseguenze della pandemia Covid-19, per gli effetti sull’occupazione, per l’accentuarsi delle diseguaglianze, per le occasioni di formazione che si sono perse. Ma sono anche i più sensibili sui temi della crisi climatica e non sono più disponibili a essere soggetto passivo della politica. Un gruppo nutrito di realtà giovanili, riunite sotto il nome Rete Giovani 2021, ha elaborato un Documento indirizzato al governo in vista dell’utilizzo dei fondi di Next Generation EU, denominato Piano Giovani 2021, scaricabile da: https://static1.squarespace.com/static/5e89b9646da6496e27deb3d5/t/5f6630eeea19332049c8b0df/1600532725740/Piano+Giovani+2021.pdf

Un piano ambizioso per portare la voce delle nuove generazioni al centro del dibattito politico, sviluppato su tre grandi assi: società inclusiva, cultura dell’innovazione, sostenibilità ambientale. Mentre la politica discute dell’utilizzo delle risorse messe a disposizione dall’Europa all’interno del Next Generation EU, il Documento richiede l’adozione di un’agenda politica lungimirante che getti le basi per il futuro delle prossime generazioni, attraverso investimenti ambiziosi e riforme strutturali accantonate da anni ed apra così nuovi scenari per una rinascita del Paese. Next Generation EU, un nome già di per sé eloquente, è il piano per una “ripresa sostenibile, uniforme, inclusiva ed equa”, un investimento sul futuro dell’Europa e degli Stati Membri per ripartire dopo l’emergenza Covid-19, erroneamente propagandato dalla politica e dai media sotto il nome di Recovery Fund.

Il Documento si apre con una requisitoria senza scampo per chi oggi accumula debiti a carico delle future generazioni. “La pandemia Covid-19 e la conseguente crisi socioeconomica hanno reso ancor più evidente la profonda disuguaglianza generazionale che affligge l’Italia: le nuove generazioni si trovano di fronte prospettive sconfortanti e incerte sul futuro. Già in epoca pre-Covid, l’Italia non brillava per numero di inattivi o per tasso di occupazione giovanile, e la crisi sanitaria ha senza dubbio peggiorato questo quadro. Le istanze di giovani e non per riportare al centro dell’attenzione temi quali gli investimenti nella scuola e nella ricerca, l’occupazione giovanile, la necessità di uno sviluppo che metta al centro sostenibilità e innovazione, sono spesso state messe in secondo piano. Inoltre, a queste voci non è stata data l’importanza e l’ascolto che meritano: il risultato è evidente nelle poche politiche che abbracciano una visione di lungo periodo per il Paese”.

Il Documento è organizzato in tre macro-aree:

La prima macro-area “Società inclusiva” indica le scelte politiche considerate necessarie al raggiungimento della parità di genere, al rispetto del principio di equità generazionale, alle pari opportunità per persone con disabilità fisiche e intellettive, alla formazione e inserimento dei giovani nel mercato del lavoro.

La seconda macro-area “Cultura dell’innovazione” esplora le opportunità emergenti legate alla digitalizzazione, all’imprenditorialità giovanile e al rilancio strategico della ricerca. “Specialmente a fronte della grave crisi sociale ed economica causata dalla pandemia Covid-19”, si legge nel documento, “è fondamentale che il rilancio e il futuro dell’Italia siano accompagnati da un nuovo slancio verso l’innovazione”.

La terza macro-area si concentra sulla “Sostenibilità ambientale”, poiché le scelte politiche volte alla transizione verso un sistema economico sostenibile per il Pianeta, in linea con il Green Deal della Commissione Europea, apriranno nuove opportunità di consumo e produzione. L’economia circolare, una migliore gestione dei rifiuti, dovranno diventare sempre più diffuse, favorendo il superamento dell’attuale modello economico lineare e il raggiungimento degli obiettivi definiti dall’Unione Europea.

All’interno di ciascuna macro-area, vi è un’ulteriore suddivisione in sotto-tematiche, che dettagliano gli obiettivi in temi specifici. Infine, per ciascuna sotto-tematica sono presenti due differenti sezioni: la descrizione di 35 proposte specifiche e concrete, e 93 indicatori che vanno a misurare l’effettiva realizzazione degli obiettivi

Oltre a proporre azioni e politiche concrete, il Documento avanza cinque richieste metodologiche e strutturali, necessarie perché la grande opportunità che abbiamo non resti solo sulla carta e nelle parole vuote che si sentono ripetere da mesi, citatamente:

1) che la giustizia intergenerazionale diventi un pilastro fondamentale del nostro ordinamento;
2) che tutte le politiche in materia di sviluppo sociale ed economico garantiscano l’equità e la responsabilità intergenerazionale;
3) che a partire da Next Generation EU, le nuove generazioni vengano coinvolte in modo strutturale e sistematico nel dibattito e nelle scelte politiche, con un approccio collaborativo e non consultivo;
4) che prima ancora dei progetti che entreranno a far parte di Next Generation EU, venga adottato un piano strategico e di visione;
5) che la Legge di Bilancio 2021 e il piano di utilizzo del Next Generation EU prevedano politiche ambiziose e lungimiranti che possano realizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

La Rete Giovani 2021 è veramente giovane. Nasce nel luglio 2020 dall’unione di decine di realtà giovanili che avevano il desiderio di lavorare insieme per rappresentare i giovani nel dibattito politico e diventare la voce di un’intera generazione. La Rete si è adoperata sin dall’inizio per lavorare ad un cambio di paradigma, un nuovo approccio che permetta di portare proposte concrete al centro del dibattito politico in modo coordinato, inclusivo, sinergico e strutturato. Alla data di questa nota la Rete Giovani 2021 conta 48 realtà giovanili nazionali, nessuna riconducibile a rappresentanza delle istanze della nostra Comunità. Dove sono le realtà giovanili locali che si impegnano per costruire un futuro in linea con Next Generation EU? Coraggio!

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento