Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

15 aprile di riconoscimenti al ‘Premio Letterario Alberoandronico’ 2023

15 aprile di riconoscimenti al ‘Premio Letterario Alberoandronico’ 2023
Aprile 24
19:12 2024

15 aprile di riconoscimenti al Premio Letterario Alberoandronico 2023: ovazioni per la Giuria e per Silvano Agosti, scrittore e cineasta, decine i premiati fra quasi mille opere in concorso.

Roma – Si è tenuto presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio lo scorso lunedì 15 aprile l’ormai tradizionale appuntamento con la giornata conclusiva del Premio Nazionale di scrittura e arti Alberoandronico. Premiazione ‘fiume’ di oltre 70 artisti fra scrittori, poeti, pittori, registi di corti e arti visive divisi in oltre 12 categorie, che hanno prodotto, nell’edizione indetta nel 2023, quasi mille lavori. Per ogni categoria sono stati selezionati per la finale al massimo 25 partecipanti, ma in alcune categorie il numero è stato molto più esiguo, e fra questi il podio è andato ai primi 5 o 6 classificati per categoria, con alcuni ex aequo. Lo spirito del premio, ormai alla sua XVII edizione 2024, fra la giuria presieduta dall’attore, regista, doppiatore Pino Ammendola e lo straordinario patron (in un gergo sportivo caro al Premio) Pino Acquafredda, sembra quello di premiare l’attitudine a fare arte, poi anche i risultati, com’è ovvio, aprendosi dalla narrativa e dalla poesia, ‘musa’ riconosciuta del concorso, alla pittura, fino ai video maker ultimi pervenuti, ma non meno importanti artisti, aggiuntisi nella lista del valutabile. Fra i selezionati anche la scrivente, col racconto Immagini, memoria nella sezione “La strada, la casa, la città, l’ambiente: costruire e vivere il territorio”, in un’esperienza piacevole, di grande socialità, di incontro vero, senza distanze fra tutti i convenuti.

Il pomeriggio di premiazione Alberoandronico permette di trascorrere qualche ora in compagnia di un umore alquanto particolare del Paese così come del resto d’Europa e del mondo: la gioia di creare che alberga in grandi e piccoli, possibilmente in tempo di pace, che fuori dall’essere un tempo del tutto conquistato è, però, l’unico che permette di potersi perdere dietro l’immaginazione, ogni tanto, senza rischi…

Sarebbe bello il Premio divenisse una giornata in due parti: l’infaticabile patron ‘speaker’ è bravissimo ma la premiazione è davvero lunga, anche se resta impagabile vedere la gioia di grandi e piccoli premiati: e qui si intendono ottuagenari e giovanissimi e giovani, adulti, autori/autrici più o meno affermati/e, giornalisti; (un’ovazione del pubblico presente ha raggiunto l’arrivo in sala di Silvano Agosti regista e scrittore, animatore per decenni del cinema d’essai Azzurro Scipioni). Tutti coloro che creano per necessità, incessantemente, in regioni lontane dai circuiti culturali della Capitale, in ‘solitudine’, a volte, senza sapere se dal loro impegno ne verrà mai qualcosa, in modo gratuito. E in questa giornata ideale si potrebbe dedicare maggiore attenzione alle opere visive, ai corti, opere un po’ sacrificate dalla logica della premiazione, o ascoltare qualche bella pagina di musica o di narrativa.

Questa non è una cronaca esatta del Premio, non vuol esserlo, ma solo un arrivederci alla prossima Edizione, la XXVIII, per la quale si potranno inviare i propri elaborati/creazioni/visioni fino al 30 giugno 2024, ogni informazione sul sito https://alberoandronico.net/ (Serena Grizi)

Nell’immagine: Sala della Protomoteca durante l’arrivo degli invitati alla finale. Immagine S.G.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”