Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

24 febbraio 2022 – 24 febbraio 2023

24 febbraio 2022 – 24 febbraio 2023
Febbraio 24
20:08 2023

Molti cittadini sono scesi in piazza negli anni contro le guerre, contro le guerre annose, contro le guerre definite addirittura ‘giuste’ o contro quelle ‘inevitabili. Contro una guerra giusta si andò in piazza in circa un milione restando inascoltati.

Anche chi non manifesta e non prende posizione, assieme a chi ha votato questa coalizione, ha dato mandato di entrare, di fatto, in guerra fornendo armi, ma la situazione era a dir poco fumosa anche prima perché ormai chi è al Governo nemmeno chiede più consensi se non ad oligarchie e ad ‘intelligenze’ ristrettissime. La Ucraina è stata attaccata ma non ha intenzione di mettersi ad un tavolo con l’aggressore anche considerate le decine di migliaia di morti prodotti da questa guerra in un anno e, fatti salvi gli orgogli militari, un orgoglio non ne scaccia un altro così che i due leaders, russo e ucraino sono due orgogliosi che però non fanno nulla per la loro popolazione, per i soldati al fronte, nessuno dei due. Continuando così entreranno in guerra altri Paesi europei che oggi credono solo di star vendendo armi ad un conflitto, ‘interessante’ per tutti solo a livello economico, compresa la ricostruzione, e non certo umanitario. L’interesse umanitario prevederebbe azioni di alta diplomazia per mettersi attorno ad un tavolo e tentare giorno e notte di risolvere parte del groviglio storico politico che è fonte di questa guerra. Nella quale c’è un invasore ed un invaso ma finché il conflitto non diventa mondiale ci sarebbe ancora modo di discutere degli errori evidenti, da tutte e due le parti. Ogni stato europeo, invece, prendendo il mandato di una parte della cittadinanza, mandato che in Italia ha percentuali di votanti bassissime, da fine democrazia, anche ‘grazie’ all’astensionismo, sta entrando di fatto in guerra come fornitore d’una parte o dell’altra.

Si pensava che i cittadini italiani avrebbero realizzato quanto stava accadendo quando fossero state direttamente bombardate le loro città (parafrasando Zelensky che ha risposto picche a Berlusconi accusandolo di straparlare perché mai bombardato), invece in recenti sondaggi Demopolis  https://www.demopolis.it/?p=10914 si legge che una gran parte degli italiani sono già ben consci dell’enorme pericolo rappresentato da questa guerra nella casa Europa e coloro che non lo avvertono, con tutta evidenza, non comprendono la portata di tale scelleratezza. Gli Stati Uniti ‘possono permettersi’ di fomentare guerre utili alle vendite di armi e di prossimi commerci e ricostruzioni future poiché tanto tutto si svolge al di là dell’Oceano, ben ‘lontano da casa’, gli Europei non possono prenderla alla leggera e forse, invece, chi lo fa nemmeno si sente Europeo. 

Chi la prende alla leggera realizzerà il dramma, forse, quando avrà le bombe in casa e, nonostante tutto, così come gli Ucraini, dovrà continuare ad andare al lavoro, a curarsi, ad allevare i figli e, in ultimo, a morire per volontà, si perdoni la semplificazione, di un ex comico quarantenne e d’uno stanco uomo d’apparato che si vede stretto dall’europeismo e magari è nostalgico della Guerra Fredda perché avere come avversari gli sterminati USA gli sembra più qualificante che non avere a che fare con i ‘vecchi vicini di casa’ …

Non è vero che c’è un’altra soluzione oltre la diplomazia, la diplomazia sta in fondo, per quanto possa durare, a questo conflitto: anche fra un anno, cinque o dieci si arriverebbe alla diplomazia ma in condizioni ben peggiori di adesso. Continuerebbe la drammatica conta dei morti, la lista degli episodi delittuosi e si scaverebbe solo più fonda la trincea d’odio fra i due Paesi. Continuerebbero ad arricchire i fabbricanti d’armi, sarebbe sostenuta ancora meglio la politica antieuropeista, la politica distruttiva dell’odio più di quella costruttiva dell’economia, irta anch’essa di pericoli ma certo più sostenibile. Questo è un anniversario luttuoso, fra le peggiori ricorrenze degli ultimi anni. (Serena Grizi)   

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”