Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

50 anniversario dell’uscita de “NU JE DA RETTA ROMA”

50 anniversario dell’uscita de “NU JE DA RETTA ROMA”
Marzo 11
14:40 2023

23 Marzo 1973/ 2023

50 anniversario dell’uscita de “NU JE DA RETTA ROMA”

Il celebre brano, scritto da Gigi Magni con le musiche di Armando Trovajoli, portato al successo da Gigi Proietti che nel ruolo di Mario Cavaradossi lo ha cantato per la prima volta nel film “La Tosca” arrivato nelle sale italiane proprio il 23 Marzo del 1973

Sono trascorsi 50 anni, da quel 23 Marzo 1973, quando il grande pubblico ascoltava per la prima volta “NU JE DA RETTA ROMA” uno dei brani del celebre film di Luigi Magni “LA TOSCA” scritto dal maestro con la musica del maestro Armando Trovajoli. Grazie alla voce di Gigi Proietti che oltre ad averlo cantato nel film nel ruolo di Mario Cavaradossi lo ha sempre eseguito nei suoi spettacoli, oggi è diventato uno dei monumenti del patrimonio tradizionale romano.

Una straordinaria intuizione del maestro che con la complicità di Armando Trovajoli ha portato nelle sale una straordinaria rilettura in chiave di commedia romanesca della celebre opera pucciniana. Un cast importante composto da Monica Vitti, Gigi Proietti, Vittorio Gassman, Aldo Fabrizi, Umberto Orsini, Fiorenzo Fiorentini, Gianni Bonagura con alcuni brani scritti da Magni e musicati da Trovajoli ha segnato un’epoca scrivendo una delle pagine più importanti della storia recente del cinema italiano.

Anche qui con la competenza professionale di Lucia Mirisola il film si presenta come un prodotto di altissima qualità i costumi sono stati realizzati dalla Tirelli, mentre la scenografia come sempre è in gran parte reale. Questo fa assumere un sapore ancor più romano all’intero film.

Una nota particolare meritano i vari brani inseriti nell’opera, in particolare la celebre Nu je da retta Roma, oggi patrimonio della canzone tradizionale romana. Il testo di Gigi Magni è un chiaro paragone ai fatti accaduti nel 1969 alla Questura di Milano, dove il ferroviere anarchico Giuseppe Pinelli, arrestato inseguito alla strage di Piazza Fontana, morì in circostanze mai chiarite, ufficialmente suicida ma poi in verità suicida già morto.

Ed ecco quindi il precedente storico Angelotti evaso da Castel S. Angelo, ripreso e fucilato per coprire il tutto venne fatto trovare impiccato. Se si analizza il testo della celebre canzone si trovano molti riferimenti paragonabili ai fatti del 1969. Ma d’altronde questo era Gigi Magni, in ogni suo film c’è sempre la dimostrazione o il riferimento “ai corsi e ricorsi storici”. Nu je da retta, Roma che t’hanno cojonato, sto morto a pennolone è morto suicidato se invece, poi te dicheno che un morto s’è ammazzato allora è segno certo che l’hanno assassinato.

Il brano è un dialogo tra Roma rappresentata dalle statue intorno a Castello e Cavaradossi, la città respinge gli inviti alla rivoluzione, “Io ciò pazienza aspetto” Una rivoluzione ancora prematura, sarebbe arrivata solo 49 anni dopo con la Repubblica Romana e portata a termine ventuno anni più tardi con la breccia di Porta Pia.

Magni nel scrivere i brani per il film, vuole rendere omaggio alla madre, scrivendo “Mi madre è morta tisica” eternato dalle voci di Gigi Proietti e Monica Vitti nel celebre duetto in Sant’Agnese in Agone location che ha sostituito Sant’Andrea della Valle negata per le riprese. Location del film sempre luoghi reali di Roma, Castel S.Angelo – Palazzo Farnese – Palazzo Capizucchi. Insomma il cuore della Roma ottocentesca tanto cara a Magni della quale conosceva ogni singolo aspetto e sfaccettatura. Tra i brani della Tosca va citato “Il Canto dei Derelitti” una ironica preghiera che una compagnia di storpi alza al cielo, chiedendosi come mai “hai fatto bene tutto il creato e te sei sbajato solo con me”.

Il film che ancora oggi rappresenta una pagina fondamentale del capitolo sul cinema storico italiano è una commedia musicale che come dice Armando Trovajoli in una intervista poteva avere lo stesso successo di Rugantino solo se Magni avesse accettato di fare qualche modifica al finale.

 

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”