Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Betoniere a Mugilla: inizia lo scempio ambientale

Marzo 28
19:55 2016

Commissario Prefettizio, dirigenti comunali, ex sindaci di centro-destra, governo regionale e senatori di centro-sinistra, soprintendenza dei beni archeologici,TAR del Lazio:
tutti sulla stessa  betoniera  degli interessi privati.

Nella pregiata area archeologica di Mugilla, ai bordi delle scuole  Ciari  e  Verdi  di via Maroncelli, le ruspe e le betoniere hanno avuto il cenno d’intesa che mancava per cominciare la devastazione prevista nel  Masterplan  approvato il 3 agosto 2011.
Parliamo di  cenno  e non di carte, perch  quelle  sono ancora oggetto di un consistente numero ricorsi al TAR,  il quale dopo quasi 5 anni ha solo incassato le ingenti spese di cancelleria e gira alla larga da qualsiasi giudizio.
Lascia  fare colei che da settembre   stata mandata a Marino per cercare di mettere qualche  pezza  a Palazzo Colonna: il Commissario Prefettizio Enza Caporale pensa davvero che l’ing. Petrini, responsabile dell’urbanistica, possa fare il bello e il cattivo tempo ? Crede davvero che la lotta di chi vive in questo territorio si fermer  davanti a quello che vediamo ?
Il 23 dicembre scorso ci ricevette dopo essere andati in 15(!!!) a chiedere un appuntamento che non arrivava.
Nonostante l’avessimo portata a conoscenza di tutte le criticit  e gli interessi dietro la colata da un milione e trecentomila metri cubi di cemento e quasi 15.000 nuovi abitanti previsti, e nonostante avessimo concordato di rivederci come comitati e associazioni per darle il tempo di rivedere le carte, non solo i nuovi e numerosi solleciti sono andati a vuoto, ma ora ci troviamo con il  Masterplan  che viene attuato in questo periodo di  ordinaria amministrazione  che precede le elezioni.
L’Assemblea contro la Cementificazione, nel constatare la buona partecipazione all’incontro pubblico svoltosi lo scorso venerd  a S.Maria delle Mole, insieme a decine di altre persone e di altri comitati/associazioni, vuole evidenziare un episodio piccolo ma
significativo: per tutta la durata del dibattito, poco fuori i locali,   rimasta appostata una pattuglia della Polizia Municipale. Mai era successa una cosa simile.
E’ anche questo il segnale della preoccupazione e della convergenza degli interessi dei poteri politici locali in sinergia con quelli speculativi. Due ore fermi, a fare da pali. Sarebbe bello leggere un loro verbale, una relazione per i superiori, oppure farselo raccontare al bar, in amicizia. Non siamo a Roma, qui da noi le cose si sanno prima e pi  precisamente davanti a un buon caff  che dopo la richiesta formale di atti amministrativi.
E infatti l’inchiesta-Silvagni, ricorderete, part  cos , quasi per caso, da intercettazioni in un bar.
Ci dispiace per i vigili, mandati l  a fare da segugi non di certo per loro interesse, n  per quello della collettivit .
Poteva venire il Commissario Prefettizio, poteva venire l’ing. Petrini, poteva presentarsi il consigliere regionale Palozzi di Forza Italia, il senatore Astorre del PD, l’assessore regionale Civita e Zingaretti.
Oppure i privati che hanno deciso di impiantare altri 17 palazzi solo a Mugilla, e Parnasi coi suoi 4.500 nuovi abitanti previsti in via del Divino Amore. Oppure la dott.ssa Angle, per la Soprintendenza dei Beni Archeologici.
Tutti i soggetti appena citati e i loro traffichini hanno deciso che quanto accaduto all’ex sindaco Silvagni   ormai superato, si pu  fare di
pi : la magistratura che ha indagato e scoperto che qualcosa non andava su quei 3.000 metri quadri di locale, si gira dall’altra parte quando si parla di quasi 200 ettari di Agro Romano e tanti problemi in pi  per un quadrante ai piedi dei Colli Albani che hanno deciso di rendere definitivamente invivibile sulle spalle di decine di migliaia di persone.
Non ci dilunghiamo oltre: stanno per cementificare il 25% di territorio in pi  rispetto a quello che gi  lo  , con l’arrivo di quasi il 40% in pi  di popolazione. Non   per  un’invasione incontrollata ma un vero e proprio attacco al territorio in maniera organizzata. Possiamo e dobbiamo fermarli.
Invitiamo tutta la popolazione a partecipare attivamente alle iniziative di informazione e di lotta che stiamo preparando, senza attendere oltre.
Bloccare i lavori a Mugilla   il minimo che si possa pretendere.
Sabato 2 aprile, in mattinata con orario da definire, nuova assemblea pubblica in piazza Togliatti a S.Maria delle Mole per decidere come proseguire la lotta contro la devastazione in questa nuova fase di  ordinaria amministrazione  del Comune di Marino.

Marino, 25 marzo 2016

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”