Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Guardie Ecologiche, Comitati di Quartiere e Delegati

Aprile 16
14:15 2024

Abbiamo apprezzato l’iniziativa del vicesindaco Giovanni Guerisoli, assessore ai Rifiuti, in merito all’istituzione di Guardie ecologiche di Grottaferrata (D.G.M. n. 60 del 28/03/2024). L’iniziativa che, attraverso un bando pubblico, sprona e coinvolge le associazioni del territorio,iscritte al RUNTS,  e i cittadini alla tutela ed al controllo della raccolta rifiuti, è lodevole purché, speriamo tutti, si possa arrivare a costruire un’identità collettiva di appartenenza alla città e di rispetto. 

Aggiungiamo che tale senso di identità collettiva non si realizzi soltanto in questo settore.

Per correttezza è necessario ricordare che l’istituzione delle Guardie ecologiche è prevista nell’art 61 del Regolamento Comunale Gestione  Rifiuti Solidi Urbani ed Assimilati predisposto dalla Giunta Andreotti ed approvato dal Commissario Prefettizio in data 21/12/2021. Inoltre, e di particolare importanza, nel successivo art. 62 è prevista la figura dell’Eco-Accertatore che assume la figura di “pubblico ufficiale” con possibilità sanzionatoria e quindi con un effetto di controllo molto più efficace. In questo modo il quadro dei controlli sarebbe completato.

Un suggerimento che ci sentiamo di dare, ritornando al bando, riguarda la copertura assicurativa  per le Guardie ecologiche che opereranno nel territorio necessaria a garantire gli operatori volontari e che la delibera di giunta non fa menzione. Forse sarà a carico dell’Associazione individuata. Invitiamo altresì, l’ assessore  Guerisoli , a coinvolgere istituzionalmente la Protezione Civile di Grottaferrata. L’assessore avrebbe fatto bene a portare in Commissione Consiliare il provvedimento per raccogliere suggerimenti ed osservazioni. Il provvedimento è anche importante politicamente perché, finalmente, prendiamo atto di un’iniziativa del PD, sino ad oggi relegato a mero supporto numerico di questa amministrazione a trazione destrorsa e schiacciato dal tallone del sindaco.

La seconda considerazione, visto che parliamo di tutto il nostro territorio, è che vedremmo molto bene, in questa iniziativa, il coinvolgimento diretto dei Comitati di Quartiere. Il problema è che questi Comitati non sono nati attraverso un atto amministrativo con tanto di bando o di atto di indirizzo accompagnato da un Regolamento comunale e dalla definizione di limiti territoriali (storici) dei Quartiere e magari attraverso un ELECTION DAY per tutta la città. Pensate quale valore collettivo e democratico avrebbe avuto questa giornata!

No, non solo non è stato così. Prima si organizzano,da parte della politica, i Comitati poi gli si cuce addosso l’abito. Ci dicono che i primi quattro comitati, nati “spontaneamente”, corrispondono a zone periferiche del nostro territorio con presenza di costruzioni abusive e poi, con una sorta di reclutamento ad personam, purché vicini all’amministrazione, sono nati altri comitati senza alcun criterio di omogeneità territoriale ma sicuramente spartitoria. Tutto ciò sembrerebbe  attraverso un’incessante opera podistica e di proselitismo  di parte di  consiglieri di maggioranza, in quelle aree di interesse elettorale, con la benedizionme del Sindaco. Uno strumento di partecipazione democratica e di cittadinanza attiva ridotta a mero strumento elettoralistico e di acritico consenso. Ci auguriamo che i partecipanti ai Comitati abbiano la forza di essere liberi ed indipendenti.

Le guardie ecologiche, ambientali e della legalità (in collaborazione con il Delegato alla Legalità) potrebbero controllare anche l’abusivismo edilizio, ci sembra una buona idea; sindaco cosa ne pensi?

Un’ultima considerazione riguarda i Delegati nominati da questo Sindaco; non ne ricordiamo più ormai l’alto numero né tantomeno, se si esclude la pessima idea del lago artificiale al Fontanaccio, siamo a conoscenza dell’attività svolta o di idee elaborate o portate a compimento.

Quest’ultimo punto, quello dei Delegati, ci porta ad una triste considerazione che riguarda il metodo Di Bernardo, quello di dare una medaglietta di latta a tutti.

Ma la cosa che più ci preoccupa non è il metodo Di Bernardo ma è la perdita totale del giudizio libero e critico della città!

 

I CONSIGLIERI DI MINORANZA

 LUCIANO ANDREOTTI | FRANCESCA ANTONELLI | PAOLO BELLUCCI | ALESSANDRO COCCO

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”