Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Il circo della politica

Novembre 28
23:00 2007

Lo sconcerto resta nel dialogo, dove oltre le parole, si è pronti a smentire, dichiarare di non aver mai detto, asserire che erano solo battute di spirito, affermare che l’interpretazione è sbagliata. Viene da chiedersi: possibile che non siamo in grado di esprimere un’idea semplice e comprensiva? Qui è il gioco, nel dire e non affermare, lasciando un ampio spazio all’interpretazione, alla negazione ed alla volatilità della frase. Il politichese diventa un messaggio destinato all’inutilità della chiarezza del dialogo tra persone. Tutto ed il contrario di tutto sono le fondamenta del discorso e dell’interfacciarsi con i cittadini.
Lo spettacolo ha inizio, gli spettatori sono pregati di sedersi, gli attori sono sul palco.
È ormai da anni che assistiamo ad uno scontro tra interessi pubblici e privati. La politica vestita da lobby ed interessi individuali. La difesa di un falso benessere e di debiti ed interessi bancari. L’illusione del capitalismo destinato alle truffe ed alle insolvenze societarie. Partiti nati per difendere interessi di classe e condizioni territoriali.
Dalla scelta del bipolarismo, il proliferare di piccoli partiti (scissioni legate a questo o quel personaggio), di movimenti con nomi di persone, ha portato l’Italia indietro agli anni ’60. Nel periodo i movimenti sgomitolavano alla ricerca di uno spazio in prima fila (governo).
Le alleanze sono vittime di se stesse, poiché l’unione è mirata ad una vittoria elettorale e non alla governabilità di uno stato sovrano. Raggruppamenti d’interessi, e non obiettivi di sviluppo sociale e nazionale. Incertezze legislative per un ampio spazio interpretativo. Una nazione ancora vittima di se stessa e priva di un’entità di stato.
Il centro destra, ostaggio di Berlusconi, dopo la richiesta d’annullamento delle elezioni, il farneticante canto del cigno per il Governo, le profezie di Nostradamus sull’implosione della maggioranza, dopo due anni d’inutile parlare (mai una proposta politica), scende in piazza sotto le spoglie di Forza Italia, raccogliendo firme per far cadere il governo, proponendo la nascita di un nuovo partito, il partito del popolo. È sconvolgente credere che uno dei più grandi partiti italiani pensi di mandare un Governo a casa raccogliendo firme (forse anche milioni) per strada, pensando che le elezioni (di cui è stato il gestore) siano state una farsa. Il calpestare la democrazia espressa dal popolo è segno d’arroganza e d’interesse privato. È l’avvio di un nuovo futuro, non più libere elezioni, bensì partiti preposti per raccogliere firme e mandare Governi a casa, secondo gli umori e le necessità d’individui più o meno megalomani alla guida d’organizzazioni di partito.
Il Parlamento è un’istituzione inutile, dove far spettacolo e non proporre leggi che conducano lo stato agli interessi dei cittadini, sia essi di maggioranza così come d’opposizione.
Il tendone del circo è smontato, caricato sui camion muovendo verso nuove città, pronto per un nuovo spettacolo.
Martini Gelsino

P.S.: Finito di scrivere l’articolo, gli eventi accelerano, trovando in Berlusconi l’uomo dai mille volti. Questa nuova condizione accentua lo scontro nel centro destra, dove i partiti liberi da vincoli iniziano una resa dei conti. Il mio interesse non è per le dichiarazioni politiche, bensì per le situazioni di fatto che si stanno verificando.
I segretari dei partiti, non più ostaggi di Forza Italia, esprimono i propri pareri, peraltro sempre velati nelle dichiarazioni ufficiali. Berlusconi, con un’azione di vertice annunziata sin dall’estate con i circoli della libertà (che parolone), impone una svolta (a dir poco di stampo sovietico tanto a lui caro), cercando di pescare nel lago degli alleati pesci ed acque, da portare nella variazione del nome di Forza Italia. Questa illuminazione spazza via due anni d’inutile opposizione mirata al niente ed a screditare le istituzioni dello stato. Si rifà il trucco per un nuovo spettacolo, anche se, dovendo fare i conti con l’età, trova nelle elezioni ed in una sua vittoria l’unica linfa per portare a termine un’azione a tutti nota, ma che da buon italiano teniamo nei cassetti di ieri.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Aprile 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”