Notizie in Controluce

 Ultime Notizie
  • Rassegna corale per il Festival Moreschi 2024 Il Festival Moreschi è un tradizionale evento che è tornato a Monte Compatri per la sua 16a edizione organizzata dall’Associazione Alessandro Moreschi con il contributo del Photo Club Controluce, del...
  • Fiaccolata per la Pace: Grottaferrata si illumina la notte del 27 giugno Proseguono le iniziative avviate dal Comune di Grottaferrata per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della Pace, coinvolgendo la comunità in prima persone nell’esprimere collettivamente il proprio rifiuto verso tutte le...
  • Subito pienone per l’inaugurazione di “Velletri Libris” Subito pienone per l’inaugurazione di “Velletri Libris”: Gianluca Gotto e le sue domande in “Quando arriva la felicità” Mercoledì sera, nel Chiostro della Casa delle Culture e della Musica, ha...
  • ARDEA – INCENDIO IN ZONA SALZARE INCENDIO IN ZONA SALZARE – AGGIORNAMENTI E AVVISO ALLA POPOLAZIONE   Il Comune di Ardea è in stretto contatto con la Asl Roma 6 e l’Arpa Lazio dai primissimi minuti...
  • Cori modifica il proprio organigramma e funzionigramma L’Amministrazione comunale, per garantire una maggiore efficienza ed efficacia dei servizi erogati ai propri cittadini, con delibera di Giunta ha modificato il proprio organigramma e funzionigramma. Le modifiche più rilevanti...
  • LABARO: ADDIO ECOMOSTRO DI COLLI D’ORO LABARO, TORQUATI (MUN XV.): “ADDIO ECOMOSTRO DI COLLI D’ORO. OGGI AL CANTIERE PER LA DEMOLIZIONE CON SINDACO E ASSESSORE” “Addio all’ecomostro di cemento nel Parco di Colli d’Oro di Labaro...

IL FUTURO DELL’UNIONE EUROPEA

IL FUTURO DELL’UNIONE EUROPEA
Giugno 05
07:37 2024

L’Italia elegge attualmente 76 parlamentari del Parlamento UE. Il Parlamento Europeo è stato istituito nel 1957 con il Trattato di Roma, e le elezioni dei suoi membri sono a suffragio universale diretto dal 1979. Le sue funzioni si sono quindi, nel tempo, ampliate. L’Unione Europea si fonda sostanzialmente su due Trattati: il Trattato sull’Unione Europea (TUE) e il Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (TFUE). L’art. 13 TUE (Trattato sull’Unione Europea) prevede, tra le “istituzioni dell’Unione”, il Parlamento europeo e l’art. 14 TUE afferma che: “Il Parlamento Europeo esercita, congiuntamente al Consiglio, la funzione legislativa e di bilancio. Esercita funzioni di controllo politico e consultive alle condizioni stabilite dai trattati. Elegge il presidente della Commissione.” Inoltre, il numero minimo, per Stato, è di 6 parlamentari UE e il numero massimo è di 96 parlamentari UE, la cui rappresentanza del cittadino è garantita in modo “degressivamente proporzionale”, e l’Italia è il terzo Paese con il numero più alto di parlamentari UE. Quindi, tra le sue funzioni, il Parlamento Europeo elegge il presidente della Commissione, la quale ha come funzioni quello di promuovere “l’interesse generale dell’Unione”, di dare esecuzione al bilancio, di gestire i programmi e “Un atto legislativo dell’Unione può essere adottato solo su proposta della Commissione” (art.17 TUE). In totale l’Italia ha eletto sei presidenti del Parlamento Europeo. Detto ciò, forse, per il principio di rappresentanza democratica, sarebbe opportuno fornire il Parlamento UE di proposta legislativa? Mercato e moneta sono comuni ma il parlamento con funzioni legislative complete no. Inoltre, all’Unione Europea manca la difesa e la politica estera comune e a ciò si aggiunga, quindi, la questione del deficit democratico. Storicamente, l’Unione Europea ha visto due metodologie d’integrazione: il metodo della cooperazione intergovernativa (cooperazione tra Stati, scarsezza di atti vincolanti, prevalenza degli organi di Stati e il principio di unanimità nelle decisioni) e il metodo comunitario (prevalenza di atti vincolanti, prevalenza di organi d’individui, prevalenza del principio maggioritario nelle decisioni, giurisdizione di legittimità) dove quest’ultimo nasce con la Dichiarazione Schumann nel 1950, la quale affermò che “l’Europa non potrà farsi in una sola volta“ ma a partire da una solidarietà di fatto. Realizzarle? Per un’efficienza ed efficacia d’azione bisogna “ampliare” il principio democratico e l’autonomia di funzione delle istituzioni (ogni istituzione con le sue competenze e non una competenza suddivisa in una pluralità di Istituzioni)? Nella prefazione al Manifesto di Ventotene del 1944, si faceva riferimento alla “tesi federalista”, a un “ordinamento federale”, a una “federazione europea, non basata su egemonie di sorta, né su ordinamenti totalitari, e dotata di quella solidità strutturale che non la riduca ad una semplice Società delle Nazioni. Tali principi si possono riassumere nei seguenti punti: esercito unico federale, unità monetaria, abolizione delle barriere doganali e delle limitazioni all’emigrazione tra gli Stati appartenenti alla Federazione, rappresentanza diretta dei cittadini ai consessi federali, politica estera unica”. Alcuni punti possono fornire ancora qualche spunto di azione politica?

 

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”