Notizie in Controluce

COLONNA PIANGE ALBERTO SED

 Ultime Notizie

COLONNA PIANGE ALBERTO SED

COLONNA PIANGE ALBERTO SED
novembre 07
07:52 2019

COLONNA PIANGE ALBERTO SED, UNO DEGLI ULTIMI SOPRAVVISSUTI AL CAMPO DI STERMINIO DI AUSCHWITZ

Si è spento sabato sera, nella sua casa romana, Alberto Sed,  uno degli ultimi sopravvissuti al campo di sterminio  di Auschwitz.

Infaticabile testimone di quei terribili avvenimenti, ha incontrato tante scuole  di Roma e dei Castelli Romani, dove con la sua voce pacata  e profonda, penetrava nel cuore degli studenti ai quali raccontava la sua storia, che il generale Roberto Riccardi ha trasferito in un libro intitolato “Sono stato un numero”.

Venne a Colonna , per la prima volta il 16 ottobre 2010 data che 67  anni prima avrebbe cambiato la vita di molti ebrei romani, prima caricati sui camion tedeschi e poi sui vagoni  che  avrebbero percorso la lunga strada per quello che lui stesso definiva “ l’Inferno in terra”.

Fu un incontro memorabile i tra i binari del Museo  Stazione di Colonna, accolto dagli studenti del Gulluni,  emozionati e consapevoli di dialogare con la Storia , quella che non dovrebbe mai essere scritta nè raccontata, ma sempre usata come antidoto contro ogni assurdità.

Furono molte le preziose occasioni che seguirono a quel memorabile incontro fino al 2017  quando si reco’ al Palazzetto dello Sport “Don Vincenzo Palamara” gremito di studenti,genitori ed Autorità, che in piedi lo  accolsero con un sentito applauso.

Molti studenti lo avrebbero di nuovo incontrato , amato e   avrebbero custodito per sempre i suoi insegnamenti,  come un bene prezioso da  trasmettere  e diffondere;  spesso si sarebbero recati nella sua casa romana  accompagnati da insegnanti e genitori , calorosamente accolti da sua moglie Renata, infaticabile  custode  della Memoria, scomparsa  solo qualche mese fa.

Immancabile la visita al suo personale “museo”, dove custodiva con orgoglio tutti i riconoscimenti ottenuti  insieme alle lettere e ai  lavori donati dagli studenti  al termine dei suoi incontri.

Nel 2015 ha ricevuto dal Presidente Mattarella l’Onorificenza di Commendatore dell’Ordine  al Merito per  il suo impegno per la divulgazione della Memoria nelle scuole e nelle carceri.

Grazie Alberto per averci insegnato che l’odio si sconfigge con il BENE, la TOLLERANZA,il RISPETTO, l’AMORE.

Ora riposa in pace , ora  siamo noi i tuoi testimoni, la tua rivincita!

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento