Notizie in Controluce

Scuola, orologio della società

 Ultime Notizie
  • ASP:  nessun ritardo aziendale nella gestione del Servizio Asili Nido ASP:  nessun ritardo aziendale nella gestione del Servizio Asili Nido – Tutela della salute delle operatrici e di tutto il personale sempre garantita e al primo posto nello svolgimento dei...
  • Pomezia aderisce alla Settimana Europea della Mobilità Pomezia aderisce alla Settimana Europea della Mobilità. Il Sindaco: “Lavoriamo a una Città più vivibile e a basso impatto ambientale” Pomezia aderisce alla 19° edizione della Settimana Europea della Mobilità 2020 (16-22...
  • MARINO NON E’ UNA DISCARICA…FAMILIARE Le immagini che vi mostriamo risalgono a giorni diversi del mese di Febbraio 2020 e dei primi di Marzo ma la famiglia, che disinvoltamente abbandona illegalmente i rifiuti, è la...
  • Climbing for Climate 2020_Organizzato da RUS e Cai ECCO LA SECONDA EDIZIONE DI CLIMBING FOR CLIMATE: UN’ESCURSIONE IN MONTAGNA PER SENSIBILIZZARE SULL’AGENDA 2030 DELLE NAZIONI UNITE E SULLA TUTELA DEL PAESAGGIO   L’iniziativa, organizzata dalla Rete delle Università...
  • CORONAVIRUS 15 SETTEMBRE 2020  ALTRI 15 NUOVI CASI AI CASTELLI ROMANI E LITORANEA (181 NELLA REGIONE LAZIO, 95 SOLO A ROMA)  32 SOGGETTI GUARITI COMUNICATI DAL SERESMI  MOLTI SINDACI NON COMUNICANO I DATI ==============...
  • GROTTAFERRATA, LETTERA APERTA DEL SINDACO ANDREOTTI AL MONDO DELLA SCUOLA GROTTAFERRATA, LETTERA APERTA DEL SINDACO ANDREOTTI AL MONDO DELLA SCUOLA:“ISTITUZIONE DECISIVA NEL TESSUTO SOCIALE, EMERGENZA HA RAFFORZATO IL SENSO DI COMUNITA’. AMMINISTRAZIONE SEMPRE PRONTA A INTERVENIRE A SOSTEGNO”   Il...

Scuola, orologio della società

Settembre 22
15:39 2014

L’attività scolastica ha numerose connessioni con un gran numero di settori, da quello dei trasporti a quello alimentare (soprattutto mense e bar), dal ‘giro’ delle piscine e delle palestre alla rete delle cartolerie e librerie del ‘nuovo’ e dell”usato’, e non appena la scuola si rimetterà in movimento si assisterà al rifiorire (spesso convulso) di una serie di impegni, di lavori e di problemi certamente non nuovi, ma ai quali sembra non si riesca mai ad abituarsi.
Un traffico sovrabbondante e nervoso tornerà a congestionare le strade, e non solo tra le sette della mattina e le nove, da mezzogiorno alle due pomeridiane. Chi si troverà intrappolato entro immobili file di veicoli si chiederà perplesso come mai tante persone si trovino a procedere esattamente a quell’ora, precisamente nella sua stessa direzione. E molti si domanderanno perché il fatto che i ragazzi vadano a scuola, e restino mattine intere seduti nelle loro aule, debba trasformarsi ovunque in un impaccio oneroso per tutti, durante l’intero arco della giornata.
Facili e ordinarie (ma forse soltanto parziali) le spiegazioni date al fenomeno: i genitori escono assieme ai figli per accompagnarli, e poi vanno al lavoro o restano in giro a far spese; sono in movimento anche le/gli insegnanti che si recano a scuola o se ne ritornano a casa; negli orari pomeridiani sono attivi molti istituti, e questo si traduce di nuovo in genitori e famiglie, automobili, autobus, treni, metropolitane impegnati nel trasporto degli studenti.
Come che sia, una cosa è sicura: a metà del mese vedremo le scuole riprender vita al suono della tradizionale campanella. E contemporaneamente, senza neppure un giorno di ritardo, sentiremo rimettersi in moto, o magari in agitazione, una larga parte del nostro contesto sociale più prossimo, che continuerà poi per altri nove mesi a pulsare adeguandosi ai ritmi e ai comportamenti di generazioni di studenti. Quasi quasi verrebbe da pensare che la scuola sia uno dei motori trainanti della società…

Condividi

Articoli Simili