Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Palinsesti TV pubblica, un treno che corre senza rotaie?

Palinsesti TV pubblica, un treno che corre senza rotaie?
Novembre 12
13:01 2023

Più di trent’anni fa il Cavaliere intercettò il bisogno di una programmazione più leggera, diciamo, inventando un’altra televisione che al posto di programmi culturali trasmetteva gossip, cronaca nera, show, in un grosso rotocalco popolare, col merito di correggere il tiro ‘romanocentrico’ che pure aveva certa Rai: i tg Biscione e i programmi meteo mettevano al centro Milano e non Roma con un effetto davvero sorprendente per chi guardava la televisione al Centro Italia e trovava normale l’impostazione Rai (che invece non lo era del tutto). Quella tele ‘visone’ piacque anche ad un certo elettorato, per buona parte oggi vincente, che preferiva programmi passatempo e TG che sembravano più vicini ai cambiamenti in atto.

Da quella stagione le cose andarono bene per Mediaset ed il successo portò con sé anche importanti investitori pubblicitari. Ora, stando allo share, eterna croce di chi fa TV, quegli stessi programmi del Biscione, un po’ svecchiati o rinverditi, continuano ad essere graditi dai loro affezionati spettatori; e in questa stagione politica funzionano anche quei programmi tradizionali di informazione ed intrattenimento condotti da giornalisti ed anchor man/woman ex Rai approdati ad altri canali, seguiti in blocco dal loro pubblico.  

L’unica che resta un po’ malconcia, a sentir parlare i dati, è proprio la Rai che, costretta sempre da timonieri politici, ha dovuto rinunciare ad alcune ‘punte’ cresciute per suo merito in azienda, vedendole emigrare seguite da spettatori che amano denuncia ed approfondimento. Una parte d’Italia che si sente più europea, più desiderosa di ampliare gli orizzonti, oltre la bega e le sempiterne questioni di soldi, perciò oltre stipendi, pensioni, tasse non pagate, tasse spese male, poiché considerate componenti importanti ma non le uniche a creare una società civile. L’azienda pubblica, invece, ha messo in lavorazione programmi più leggeri che sarebbero amati dal pubblico fedele alle tv fondate dal Cavaliere, pubblico che però non guarda la Rai, la quale prova a rimodellare il suo palinsesto fidandosi dell’attuale momento politico-culturale invece che della propria esperienza e del proprio fedele pubblico.

Questa è la vera rivoluzione al contrario, dopo tante che ne erano state tentate da tanti colori diversi, e mai riuscite prima, che sembra stia avvenendo nella tv pubblica, grande polo televisivo di intrattenimento ed informazione: veder sparire la propria cultura aziendale, fatta non di proclami, ma di persone, professionisti/e, di notevoli esperienze di scrittura, di ricerca nel bilanciare le opinioni e denunciare ciò che è ormai obsoleto in una società come la nostra, ma sempre un punto oltre il colore politico. I palinsesti sembrano ripiegare sull’assegnazione di programmi a chi è più vicino all’attuale establishment ma da tempo lontano dagli spettatori del piccolo schermo; su una prova generale di disimpegno dopo che lo spettatore ha conosciuto ‘contenitori’ più spigliati e interessanti (magari rimasti nel palinsesto ma cambiati di fascia facendogli perdere, non poco, efficacia); sull’archiviazione di volti amati.

Non tutti i cambiamenti potranno nuocere all’attuale Rai, e questo devono averlo pensato in molti: le fedeltà si ricostruiscono, personaggi che sembravano ‘imposti’ diventano beniamini del pubblico, e tutto questo, lo sappiamo, è storia della televisione. Come resterà storia questo solco che volontariamente l’azienda ha voluto tracciare tra i gusti del pubblico di affezionati e un palinsesto che va tranciando la fidelizzazione degli ascolti. Molto si fa in nome delle nuove generazioni, le quali però non seguono troppo la tv generalista amando di più altre programmazioni differite. Questo autunno sembra di guardare il procedere di un treno a buona andatura mentre qualcuno comincia a togliere le rotaie… (Serena Grizi)    

Nell’immagine web: Super Telegattone di Superclassifica Show – Canale 5 (1977/1995)

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”