Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

TEATRO VILLA PAMPHILJ – DELIRE

TEATRO VILLA PAMPHILJ – DELIRE
Maggio 24
17:58 2019

TEATRO VILLA PAMPHILJ – ROMA

 

Ultimo appuntamento della rassegna teatrale ATTRACCHI. Domenica 26 maggio, al Teatro Villa Pamphilj di Roma alle ore 18.30 in scena Eleonora Turco e Alessandro Di Somma in Delire, un’anticommedia tratta da “Delirio a Due”, datata 1962, di Eugène Ionesco.

 

Domenica 26 maggio ore 18:30 – ingresso 7 euro

DELIRE

con ELEONORA TURCO e ALESSANDRO DI SOMMA

scena disegnata MARTOZ

messa in scena ANTONIO SINISI

produzione TEATRO STUDIO UNO

co-produzione NATACHA VON BRAUN | ensemble d’espressioni

 

La tartaruga e la chiocciola sono la stessa bestia? Questo è l’enigma che una donna e un uomo in una stanza devono risolvere. I due sono interamente presi dal loro delirante litigio. Avvolti nel loro microcosmo non si accorgono che fuori, nel cosmo, infuria una battaglia. Due conflitti contemporaneamente: uno per le strade, in un’ipotetica città del mondo spettatrice di un’insurrezione, l’altro fra le pareti domestiche di un’anonima casa di un’anonima città.

 

Délire è un’anticommedia tratta da “Delirio a Due”, datata 1962, di Eugène Ionesco. Délire è una sfida per questi tempi che vale la pena rischiare. I due amanti nella stanza ci mostrano che cosa “guardare” dunque diviene una necessità quella di esplorare il passato e di esplorarci, di guardare un po’ più in là e di riscoprire un testo, considerato minore, come quello di Ionesco. In scena un gioco. Nulla di più. Un gioco, senza una trama fitta e complessa, che parte dalle parole per poi scavare fino al suono. Parole. Voce. Suoni. Variazioni continue soprattutto di frequenza, di intensità, di velocità. Le due figure in scena, a volte ripetitive e meccaniche, a volte fluide sembrano attraversare la storia del genere umano con tutte (o quasi!) le sue sfumature. Non solo un lavoro fatto di solo testo ma composto dal gioco di azione-reazione dei due corpi sulla scena palesemente “finta”, addirittura disegnata, avvolta da suoni futuristici. Délire è una sfida alla ricerca della realtà che facciamo finta di non vedere proprio perché è sotto i nostri occhi.

…………………………………..

 

Lo spettacolo sarà preceduto, alle ore 16,30 dalla presentazione del libro ASTRATTI – OPERETTE AMORALI di Antonio Sinisi e Martoz, edito da Lorusso Editore

Astratti – Operette Amorali è un’opera multiforme concepita da Antonio Sinisi come un concept album: ogni brano (dialoghi, monologhi, calligrammi, poesie in forma di rosa, epitaffi) può essere letto separatamente dagli altri, ma tutti insieme formano un unicum che è più della somma delle parti. I fumetti muti di Martoz sottolineano, contraddicono e amplificano la scena creando una danza magnetica tra parole e disegni. Astratti è dunque una sola messa in scena, con un richiamo, esplicito e riconoscente, agli autori cui può essere accostato: Beckett, Brecht, Ionesco, Pinter.

Antonio Sinisi, teatrante e autore, vive a Roma dove è nato nel 1975. Studia Economia Politica fino a quando non entra a far parte di una compagnia di teatro. Nel 1999 debutta come attore e dirige laboratori di teatro per bambini, ragazzi e adulti. Nel 2005 debutta come regista. Organizza eventi tra cui Logos – Festa della Parola e Limnesia – Teatri alla Sorgente e rassegne teatrali e cinematografiche. Attualmente dirige laboratori sotto il nome di VLAT (Via Libera al Teatro). Nel 2015 vince una residenza artistica al Teatro Studio Uno di Roma con la messa in scena TETRO che nel luglio 2015 partecipa al Roma Fringe Festival fuori concorso all’interno della sezione #scenaromana. Lo stesso lavoro è scelto all’interno dei migliori spettacoli di Rete Critica. Nel 2016 vince il premio Miglior Regia del Festival Note di Regia organizzato dal Teatro Hamlet di Roma con una messa in scena del Macbeth. Astratti – Operette Amorali è il suo primo libro. www.antoniosinisi.net

Martoz è un fumettista, illustratore e street artist italiano. Ha realizzato fumetti per le case editrici Coconino, Actes Sud, Dark Horse, Canicola, Shockdom e Progetto Stigma. Ha collaborato con Il Foglio, Linus, Il Sole 24 Ore, Jacobin Italia, associazione Illustri, Revok film e il MiBACT. Ha esposto i suoi lavori in gallerie di tutto il mondo tra cui Tokyo, Parigi, Buenos Aires, Los Angeles e Mosca. Insegna allo IED di Roma e al Mimaster di Milano. Instagram/Behance: alemartoz

 

Teatro Villa Pamphilj

Villa Doria Pamphilj Via di San Pancrazio 10 – P.zza S. Pancrazio 9/a,  00152 ROMA 

Orario segreteria: dal martedì alla domenica  dalle 10,00 alle 18,00

Info e prenotazioni teatro: tel. 06 5814176  dal martedì alla domenica – promozione@teatrovillapamphilj.it

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Aprile 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”