Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Un sogno chiamato Ciampino. Una storia d’amore nella città che nasce

Un sogno chiamato Ciampino. Una storia d’amore nella città che nasce
Aprile 17
21:36 2024

Un sogno chiamato Ciampino. Una storia d’amore nella città che nasce, L. Pellegrini editore, 2024 di Lina Furfaro

Lina Furfaro, insegnante calabrese appassionata di ricerche di archivio, ha scritto la sua lettera d’amore a Ciampino, sua città d’elezione da parecchi anni.

E’ stata lei difatti a ricostruire la storia di un paese abbastanza nuovo che spesso viene percepito come privo di storia.

Lina Furfaro, avvalendosi ancora una volta della sua pluriennale esperienza nell’interrogare le carte di archivio, riesce a fare un ritratto veritiero e dettagliato di tutte le principali vicende che hanno interessato quel territorio.

E lo fa forse nella maniera più efficace, attraverso cioè le traversie di due coppie: Dino e Giulia prima e Giuseppe e Lorena dopo. La scrittrice ha sperimentato, e il lungo elenco delle sue opere lo dimostrano, che la storia non è fatta dal racconto delle guerre e delle battaglie , ma la storia che interessa è fatta dal racconto delle vicissitudini quotidiane delle persone, di quanto accade nei loro sentimenti e nelle loro percezioni.

Grande è stato il lavoro preparatorio predisposto dall’Autrice, la quale ha veramente messo in campo tutta la gamma delle indagini che possono essere allestite per assicurare la massima attendibilità del testo: dalla consultazione degli archivi e della bibliografia di riferimento alle numerose interviste realizzate con i cittadini avanti con gli anni che hanno potuto offrire le loro testimonianze dirette.

Ha avuto quindi l’opportunità di apprendere dalla viva voce dei protagonisti gli stati d’animo e le emozioni provate durante gli anni presi in considerazione da questa narrazione. Ne risulta così un libro che si legge come un romanzo in cui i diversi personaggi ci accompagnano con tutte le sfumature dei loro sentimenti man mano che la storia si dipana ma che è allo stesso tempo un libro molto ben documentato sulla storia di Ciampino.

E’ la storia minuta e non la cosiddetta grande Storia quella che aiuta a capire le reali condizioni socio-culturali di una determinata comunità.

Attraverso la narrazione delle vicende delle due coppie la scrittrice, con mano esperta, racconta via via tutti i più rilevanti avvenimenti che nel tempo si sono succeduti a Ciampino.

Il racconto inizia, come in un ideale grande affresco, immaginando un giovane Pier Paolo Pasolini che nel 1951 dalla capitale arriva con il treno a Ciampino per insegnare nella locale scuola media. Poi la narrazione riprende a partire dal 1925 per arrivare, passo dopo passo fino al secondo dopoguerra sempre tenendo il tono fluido del romanzo ma intanto non tralasciando nessun avvenimento degno di nota: l’importanza cruciale dell’aeroporto, che aveva proiettato il paese a livelli di importanza nazionale, le imprese proverbiali dell’ingegner Umberto Nobile, compreso il curioso esperimento con un maiale paracadutista, la distilleria con il suo corollario di opportunità di lavoro per gli abitanti. E ancora l’importanza rivestita dal Collegio femminile del Sacro Cuore di Gesù per le ragazze del luogo e in seguito come rifugio per gli sfollati della seconda guerra mondiale.

Ciampino, come tante altre realtà vicino Roma è un coacervo di popolazioni e culture provenienti da diverse parti d’Italia ed il racconto intessuto dalla scrittrice rappresenta anche un affresco delle problematiche derivanti da una commistione di fattori che spesso e volentieri provocano discordie e rivalità ma anche, qualche volta, prove di grande solidarietà.

Attraverso la storia di Ciampino è raccontata anche la storia di tante altre realtà simili italiane che hanno vissuto vicende paragonabili.

Il libro è un’ulteriore conferma delle doti di Lina Furfaro che coniuga un’attenta ricognizione della documentazione archivistica con la vena di narratrice che le permette di unire fantasia e realtà nella forma del romanzo storico.

La Furfaro con questa opera dona alla città di Ciampino un testo fondamentale per l’identità sociale e antropologica dell’intera comunità della quale lei stessa rappresenta una risorsa preziosa.

 

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”