Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Una prima assoluta per i Solisti della Scala a Cesena_23 aprile

Una prima assoluta per i Solisti della Scala a Cesena_23 aprile
Aprile 19
20:15 2024

Teatro Bonci
Piazza Guidazzi – Cesena
23 aprile 2024
martedì ore 20.30

Concerto di musica da camera

Solisti della Scala

viola Simonide Braconi; clarinetto Fabrizio Meloni; pianoforte Andrea Rebaudengo

musiche di Mozart, Schumann e Braconi

durata 1 ora

Martedì 23 aprile (ore 20.30) al Teatro Bonci di Cesena i Solisti della Scala (Simonide Braconi alla viola,
Fabrizio Meloni al clarinetto e Andrea Rebaudengo al piano) presentano un Concerto di musica da
camera: due capolavori di Mozart e Schumann incorniciano la prima esecuzione assoluta di ESTR(i)O, un
brano scritto per questa occasione da Braconi, considerato tra i migliori compositori dell'ultima generazione.
Protagonisti i tre solisti, celebri nella scena musicale italiana e internazionale: Braconi è Prima viola del Teatro
alla Scala, Fabrizio Meloni Primo clarinetto dell’orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala e Andrea
Rebaudengo storico pianista dell’ensemble Sentieri Selvaggi.

Note del Maestro Simonide Braconi sul brano inedito ESTR(i)O
Composto nel 2023 appositamente per questa formazione, il brano sarà eseguito in prima assoluta al Teatro
Bonci di Cesena. Il titolo, con un sottile gioco di parole, intende unire le parole “trio” (clarinetto, viola e
pianoforte) e la parola “Estro”, cioè immaginazione.
In effetti, caratteristica dominante è quella di voler fondere ad una forma musicale fortemente classica un
linguaggio musicale novecentesco; tentativo sicuramente non nuovo, si pensi ad esempio a Stravinskij o
Hindemith (la cui ispirazione è piuttosto evidente in questo brano).
La prima parte contrappone ad un inizio drammatico un secondo tema più dolce ed è caratterizzata da una
forte espressività. Senza soluzione di continuità comincia la seconda parte, una fuga, il cui soggetto, incisivo e
ritmico contraddistingue con grande virtuosismo ritmico e strumentale l’intero movimento che si conclude in
una trascinante coda finale.

Simonide Braconi, romano, ha compiuto i suoi studi musicali sotto la guida di solisti di fama internazionale quali
Bruno Giuranna, Jurij Bashmet e Kim Kashkashian, diplomandosi con lode e menzione d’onore presso il
Conservatorio di Roma, la Hochschule di Freiburg e l'Accademia Chigiana di Siena. Premiato in diversi concorsi
solistici internazionali, fra cui il “Lionel Tertis”, nel 1994 è stato scelto dal Maestro Riccardo Muti come Prima viola
nell’Orchestra del Teatro alla Scala. È stato invitato a suonare con i Berliner Philarmoniker e come solista ha
collaborato con direttori del calibro di Muti e Wolfgang Sawallich. È anche solista di viola d'amore e compositore.
Diversi suoi lavori sono pubblicati da Sonzogno e MAP e sono stati eseguiti in prima assoluta al Teatro alla Scala,
Philarmonie di Berlino, Unione Musicale di Torino, Amici della Musica di Perugia, Teatro della Pergola di Firenze,
Fenice di Venezia, Orchestra RAI di Torino.
Insieme alle altre prime parti dell’Orchestra ha costituito il Quartetto d’archi della Scala, suonando nelle più
importanti associazioni concertistiche in Italia e all’estero.
Ha inciso da solista e in musica da camera per le etichette Vigiesse, Thymallus, Agorà, Rhona, Stradivarius, Dad,
Velut Luna, DAD, Dynamic, Fonè, Concerto, Decca, Brilliant, Movimento Classical e Tudor e realizzato diverse
registrazioni per Radio RAI 3, RAI Radiotelevisione italiana, Rete4, Sky Classica e per le riviste CD Classica ed
Amadeus (Sonate e lieder di Brahms e concerti di Rolla).

Membro di giurie in diversi concorsi internazionali (tra cui Ginevra), in qualità di docente è regolarmente invitato a
tenere corsi presso importanti istituzioni (Arts academy a Roma, Festival delle città a Portogruaro, Gubbio Festival,
Accademia “Tibor Varga” a Sion, Accademia Perosi di Biella, Accademia di Pinerolo).
È docente presso la Milano Music Master.
Fabrizio Meloni, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala dal 1984, ha compiuto gli
studi musicali al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano diplomandosi con il massimo dei voti, la lode e la
menzione d’onore. È vincitore di concorsi nazionali e internazionali, fra cui l’ARD di Monaco e il Primavera di Praga.
Ha collaborato con solisti di fama quali Bruno Canino, Alexander Lonquic, Michele Campanella, Heinrich Schiff,
Friederich Gulda, Editha Gruberova, il Quartetto Hagen, Myung-Whun Chung, Philip Moll, Riccardo Muti e Daniel
Baremboim. Ha suonato in tournée negli Stati Uniti e in Israele col Quintetto a Fiati Italiano, eseguendo brani
dedicati a questa formazione da Berio e Sciarrino. Con il Nuovo Quintetto Italiano, nato nel 2003, in Sud America e
nel Sud Est Asiatico. Dalla tournée con Philippe Moll e i Solisti della Scala in Giappone è nato il CD I fiati all'opera
(Dad Records). Nell’estate del 2015 una lunga tournée giapponese ha portato il suo duo con Yoshikawa ad esibirsi
alla prestigiosa Suntory Hall di Tokyo, evento che ha prodotto un documentario edito dalla NHK (Canale televisivo
nazionale giapponese). Il canale televisivo Sky CLASSICA gli ha dedicato un documentario e uno speciale edito da
TVSAT2000.
Ha all'attivo diversi progetti discografici per Limen Music, Warner Chapelle Music, Deutsche Grammophone, CPO.
Anche La rivista Amadeus gli ha dedicato diverse uscite.
È stato invitato a tenere masterclass al Conservatorio Superiore di Musica di Parigi, al Conservatorio della Svizzera
Italiana, alla Manhattan School of Music di New York, alla Northeastern Illinois University di Chicago, alla Music
Academy di Los Angeles, alle Università di Tokyo e Osaka. È docente presso l’Accademia Arti e Mestieri del Teatro
alla Scala.
Andrea Rebaudengo, nato a Pesaro, ha studiato pianoforte con Paolo Bordoni, Lazar Berman, Alexander
Lonquich, Andrzej Jasinsky e composizione con Danilo Lorenzini. Ha vinto il primo premio al Concorso Pianistico
Internazionale di Pescara, il terzo premio al Concorso “Robert Schumann” di Zwickau e al Premio Venezia.
Ha suonato per le più importanti istituzioni concertistiche italiane, tra cui il Teatro alla Scala di Milano, l’Unione
Musicale di Torino, il Festival di Ravello, il Bologna Festival, il Ravenna Festival. Si è esibito in tutti i paesi europei,
Stati Uniti, Canada, Colombia, Argentina, Russia, Uzbekistan ed Emirati Arabi.
Ha lavorato come solista con numerose orchestre e ensemble, tra cui l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai,
l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Sinfonica di Zwickau, l’Orchestra Filarmonica di Torino, gli
ottoni della Scala.
È il pianista dell’ensemble Sentieri selvaggi, con il quale ha spesso eseguito prime esecuzioni di autori
contemporanei e collaborato con compositori quali Louis Andriessen, Michael Nyman, David Lang, James
MacMillan, Julia Wolfe, Mark-Anthony Turnage, Luca Francesconi e Ivan Fedele. Suona in duo pianistico con
Emanuele Arciuli, in duo con la violista Danusha Waskiewicz, con l’oboista Fabien Thouand, con la cantante
Cristina Zavalloni, con il percussionista Simone Beneventi, ed è il pianista dell’Ensemble del Teatro Grande di
Brescia. Ha lavorato con Virgilio Sieni per lo spettacolo Solo Goldberg Improvisation.
Collabora assiduamente con l’Orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala, l’Orchestra dell’Accademia
Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai.
Come solista ha inciso per Stradivarius e Bottega Discantica; con Sentieri Selvaggi per Deutsche Grammophon e
Cantaloupe Records; con Danusha Waskiewicz per Decca; con l’Altus Trio per Limen; con Cristina Zavalloni per
Egea; con Simone Beneventi per Stradivarius.
Insegna al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano e tiene un seminario al Conservatorio di Lugano.

PROGRAMMA
Wolfgang Amadeus Mozart
Trio dei birilli K 49 | Andante – Minuetto – Rondò
Simonide Braconi
ESTR(i)O per clarinetto, viola e pianoforte | Preludio – Fuga
prima esecuzione assoluta
Robert Schumann
Marchenerzahlungen op. 132 per clarinetto, viola e pianoforte | Lebhaft, nicht zu schnell – Lebhaft und sehr
markirt – Ruhiges Tempo, mit zartem Ausdruck – Lebhaft, sehr markirt

Teatro Bonci, Piazza Guidazzi – Cesena tel. 0547 355959 | info@teatrobonci.it
Biglietteria aperta (nei giorni feriali): ore 11.00–14.00 e 17.00–19.00; nei giorni di rappresentazione serale fino
a inizio spettacolo; le domeniche di rappresentazione pomeridiana, dalle 15.00 fino a inizio spettacolo.
Biglietteria telefonica dalle 16.00 alle 17.00.
Biglietti da 28 a 8 euro. Vendita online: cesena.emiliaromagnateatro.com | www.vivaticket.it

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”