Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Alla mia sinistra instant book…utile

Alla mia sinistra instant book…utile
Settembre 01
16:34 2014

Alla mia sinistra
Federico Rampini
9788804623304
Mondadori
€ 9,50 e-book disponibile € 6,99
Il-libro-di-Rampini
Gli instant book, scritti sulla scorta di avvenimenti e passaggi politici, storici, di costume, sono libri utili se letti appena usciti in libreria. Questo titolo del 2012 si dimostra ancora utile e attuale nel 2014 poiché parla di globalizzazione, Stati-Continente emergenti, disastri economici dei Paesi in declino. Federico Rampini, seguito giornalista de La Repubblica, prova a spiegarci dalla sua esperienza di corrispondente nei paesi asiatici e attualmente in America, New York, di che cosa è malata l’economia mondiale.

Questione immensa vista nel suo insieme, più abbordabile accompagnati da un ‘Virgilio’ tanto attento e vicino ormai da anni allo staff che segue Obama nei suoi viaggi. Il giornalista ha dalla sua la capacità di snocciolare dati, proiezioni a cinquanta-cento anni, frutto di studi di grandi agenzie e osservatori mondiali, con stile discorsivo ed esperto, senza annoiare chi ha voglia di capire. Riesce a giustapporre scenari senza tirare conclusioni affrettate: frequentatore di molte lingue spiega con esempi concreti cos’è la quotidianità globalizzata in Cina, in India, in America facendo sentire il lettore molto più vicino a tentativi o a soluzioni, intelligenti e faticose, adottate un po’ ovunque per far fronte ad un mondo che cambia in gran fretta. In questo libro trova anche il modo di raccontare per interessanti flashback i suoi inizi come figlio di ‘emigranti benestanti’ a Bruxelles, volontario in ripetizioni presso i quartieri di coetanei meno fortunati verso i quali avverte quasi l’obbligo di mettere in campo le proprie capacità. Allievo di Monti alla Bocconi, riceve anche molti incarichi in seno alla Federazione Giovanile del Partito Comunista dal quale si allontanerà dopo una inchiesta, giudicata inopportuna, sulla corruzione interna. La disamina sui mali dell’economia moderna, raccontati per almeno quarant’anni di storia, arriva attraverso lo sguardo cosmopolita. In alcuni passaggi ci pare lo scrittori indossi ‘occhiali rosa’ ma senza voler mai nascondere la complessità della situazione globale: forse a questo fa riferimento il sottotitolo di copertina Lettera aperta a tutti quelli che vogliono sognare insieme a me. Rampini sa che questo non basta a giustificare: non nasconde uno sguardo viziato dall’appartenenza ad una élite che lo vede vincente, per possibilità e carriera, anche sulle attuali generazioni di ventenni, come i suoi due figli naturali, meno fortunate. Ripete dalle sue righe che il futuro è possibile ma sarà caratterizzato da meno invenzioni, nel senso di scorciatoie, e da più duro lavoro. Il suo sguardo s’appunta con forza verso le potenze emergenti, come la Cina, che sente più sua per effetto dell’adozione di tre ragazzi di etnia Yi. Indubbio che la costruzione di una carriera di successo qui faccia sempre il paio con doti umane di solidarietà e condivisione. Le ultime pagine dedicate al prossimo atteso boom demografico che ci porterà a dieci miliardi di essere umani, un giornalista più giovane le avrebbe messe all’inizio del libro. Il problema diverrà pressante nei prossimi anni per la impossibilità di stabilire regole al diritto di nascere fra persone che, d’altro canto, capiscono benissimo che in un bicchiere non può entrarci il mare e che magari appartengono a Paesi emergenti ostinati a non sacrificarsi per alcun motivo così come non ha voluto fare il mondo occidentale. Il libro è coraggioso per quell’andare, informati e compatti, purtroppo ognuno da solo, salvo poche eccezioni, e perciò con le armi spuntate, verso le prossime e diverse onde anomale del destino. L’invito del giornalista scrittore è quello a compattarsi cercando di diventare incisivi dal basso; l’invito ad una onestà nelle piccole cose che sia d’esempio e sprone a chi sta intorno, come, fra le altre, pagare tutti le tasse ed i servizi. Perché il globale è locale e personale e anche i giovani di quaranta anni fa sono tornati ad interrogarsi sulla ‘vecchia, polverosa’ questione morale proposta in Italia, fra gli altri, da un certo Enrico Berlinguer… (Serena Grizi)

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”