Notizie in Controluce

 Ultime Notizie
  • Rassegna corale per il Festival Moreschi 2024 Il Festival Moreschi è un tradizionale evento che è tornato a Monte Compatri per la sua 16a edizione organizzata dall’Associazione Alessandro Moreschi con il contributo del Photo Club Controluce, del...
  • Fiaccolata per la Pace: Grottaferrata si illumina la notte del 27 giugno Proseguono le iniziative avviate dal Comune di Grottaferrata per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della Pace, coinvolgendo la comunità in prima persone nell’esprimere collettivamente il proprio rifiuto verso tutte le...
  • Subito pienone per l’inaugurazione di “Velletri Libris” Subito pienone per l’inaugurazione di “Velletri Libris”: Gianluca Gotto e le sue domande in “Quando arriva la felicità” Mercoledì sera, nel Chiostro della Casa delle Culture e della Musica, ha...
  • ARDEA – INCENDIO IN ZONA SALZARE INCENDIO IN ZONA SALZARE – AGGIORNAMENTI E AVVISO ALLA POPOLAZIONE   Il Comune di Ardea è in stretto contatto con la Asl Roma 6 e l’Arpa Lazio dai primissimi minuti...
  • Cori modifica il proprio organigramma e funzionigramma L’Amministrazione comunale, per garantire una maggiore efficienza ed efficacia dei servizi erogati ai propri cittadini, con delibera di Giunta ha modificato il proprio organigramma e funzionigramma. Le modifiche più rilevanti...
  • LABARO: ADDIO ECOMOSTRO DI COLLI D’ORO LABARO, TORQUATI (MUN XV.): “ADDIO ECOMOSTRO DI COLLI D’ORO. OGGI AL CANTIERE PER LA DEMOLIZIONE CON SINDACO E ASSESSORE” “Addio all’ecomostro di cemento nel Parco di Colli d’Oro di Labaro...

BUONE PRATICHE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

BUONE PRATICHE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE
Maggio 09
17:45 2024

Velletri, città storica a volte oscurata dalla notorietà delle città vicine, merita l’adozione di buone pratiche per uno sviluppo sostenibile.

Se le tracce del passato offrono prestigio e fama a Velletri, forse troppo spesso revocate con diverse manifestazioni, nel presente è auspicabile una maggiore attenzione verso lo sviluppo sostenibile, almeno come atto di riconoscimento verso i bambini, eredi naturali di questo luogo.

Tante sono le buone pratiche che potrebbero favorire uno sviluppo sostenibile, ne citiamo alcune: azioni di forestazione urbana, politiche di risparmio energetico atte a favorire la nascita di comunità energetiche rinnovabili, elaborazione di piani organici della viabilità e dei parcheggi, miglioramento della rete pubblica dei trasporti urbani con la sostituzione dei bus inquinanti con mezzi elettrici, miglioramento della rete idrica inclusa la mappatura e la valorizzazione del patrimonio dell’acqua, di cui fanno parte le tante fontane sparse sul territorio, nonchè la sensibilizzazione al riuso di borracce e contenitori con l’acqua pubblica. Per fare tutto questo, fondamentale è la partecipazione dei cittadini: ognuno deve sentirsi protagonista, con entusiasmo e una buona dose di autocritica, nel cercare di analizzare e superare i punti deboli dei propri comportamenti.

L’uso del mezzo di trasporto privato è uno dei problemi di Velletri, come per gran parte delle città italiane. Bisognerebbe che l’Amministrazione disponesse di un adeguato ufficio di statistica per calcolare, tra le tante cose necessarie a conoscere la Comunità, la distanza media coperta dagli spostamenti giornalieri dei propri cittadini. Probabilmente saremmo sorpresi nel leggere che parliamo di una distanza media che si può percorrere senza difficoltà a piedi e/o facendo uso del trasporto pubblico, eliminando le incresciose file di automobili di fronte ai vari Istituti scolastici in attesa dell’uscita di ragazzi/e quasi adulti. Il trasporto pubblico è una pedina fondamentale per raggiungere gli obiettivi verdi fissati a livello Comunità Europea. Troppo spesso assistiamo allo spettacolo desolante di Bus adibiti al trasporto pubblico che viaggiano vuoti, cercando di districarsi tra le automobili private incolonnate nel traffico. Non solo guardare alla sostituzione dei mezzi pubblici, ma anche la riqualificazione e integrazione della stazione ferroviaria nel tessuto urbano, con l’obiettivo di favorire la intermodalità.

Punto di forza della città di Velletri è la raccolta differenziata, iniziata da una decina di anni con un servizio porta a porta, è oggi ad oltre il 75%, cifra che ha portato Velletri a diventare una tra le città più “riciclone” d’Italia. Purtroppo siamo ancora indietro nella gestione integrata dei rifiuti, che contempla la produzione di bio-metano dalla frazione organica. Questa mancanza di decisioni alimenta il fenomeno dello “spazzatour“, cioè a dire, mandare i rifiuti a spasso per l’Italia.

Per quanto riguarda il verde pubblico, Velletri gode di vasti boschi periurbani. Il tutto andrebbe integrato con la creazione di nuove aree adibite a parchi urbani, grazie all’inserimento di tipologie di piante studiate e consigliate da esperti del settore. A tal fine giace in qualche cassetto il Progetto di nuovo Parco Urbano nell’area ex-167 in grado di soddisfare le esigenze di attività motorie da parte della popolazione della città di Velletri con la creazione di un’area giochi attrezzata a ridosso del nascente Asilo Nido, suggerito da Velletri 2030 nell’anno 2021 e successivamente sviluppato in fase preliminare dalla passata Amministrazione.

Per la città di Velletri riveste particolare rilevanza l’agricoltura. Risale all’anno 2016 il Progetto “Agricoltura 2.0” promosso da Velletri 2030, con la partecipazione attiva dell’I.T.I.S Giancarlo Vallauri, dell’I.I.S.S. Cesare Battisti e del C.R.E.A. di Velletri. Un progetto pioneristico, i cui risultati pratici furono presentati durante una maninfestazione pubblica alla Casa delle Culture e della Musica. Rispettare le risorse naturali come l’acqua, la terra e la biodiversità, assicurando contemporaneamente il nutrimento agli esseri umani nonostante l’impatto dei cambiamenti climatici e l’aumento della popolazione sulla terra. Sono questi gli obiettivi dell’agricoltura sostenibile, dove la parola sostenibilità non è riferita però soltanto all’ambiente, ma anche all’ambito sociale ed economico: assicurando quindi la salute delle persone, la qualità della vita di chi si occupa della produzione, i diritti umani di chi opera nel settore e l’equità sociale. Per arrivare a centrare questi obiettivi le tecnologie emergenti possono arrivare a svolgere un ruolo di primo piano, a partire da quella che oggi viene comunemente chiamata agricoltura 4.0, dove connettività, intelligenza artificiale e “Internet delle Cose (IoT)”possono trovare impiego per dare un contributo in uno dei settori che tradizionalmente è rimasto più al riparo dall’innovazione, e che per lungo tempo è stato considerato come uno dei comparti più legati alla tradizione, e quindi a metodi di produzione e di distribuzione datati e con grandi possibilità di essere resi più efficienti.
 
La sostenibilità si trasmette attraverso il comportamento e la consapevolezza delle persone, non con le ordinanze comunali. Ne parleremo il prossimo 16 maggio alla giornata di partecipazione della città di Velletri al Festival dello Sviluppo Sostenibile 2024; organizzata da Velletri 2030, con il Patrocinio del Comune di Velletri, il sostegno economico e organizzativo della Banca Popolare del Lazio, insieme alle Scuole pubbliche Secondarie di Secondo Grado. Il Convegno è aperto a tutti. Obiettivo, illustrare e incentivare le buone pratiche per un “Consumo e Produzione responsabili”, Obiettivo 12 dell’Agenda 2030.

Vi aspettiamo numerosi!!

Velletri2030
https://www.velletri2030.it
https://www.facebook.com/velletri2030/

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”