Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

COP28: COSTRUZIONI SOSTENIBILI

Dicembre 02
08:28 2023

Padiglione Italia | Martedì 5 dicembre | ore 9:30 – 11:00

Si discuterà del contributo dei calcestruzzi innovativi all’edilizia sostenibile in un panel organizzato da DMAT, la start-up italiana che ha sviluppato una nuova generazione di calcestruzzi che riduce costi e inquinamento, partendo da una ricerca del MIT sugli edifici dell’antica Roma.

Tra i relatori Admir Masic, professore associato del Massachusetts Institute of Technology (MIT), Giovanni Massimo Bottini, Presidente di Cobaty International e Paolo Sabatini, CEO e co-founder di DMAT.

Visibile in streaming https://www.youtube.com/@MinAmbienteSicurezzaEnergetica

Milano, 1 dicembre 2023 – Alla prossima Conferenza delle Parti della Convenzione delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (COP28), che si terrà presso l’Expo City di Dubai (Emirati Arabi Uniti) dal 30 novembre al 12 dicembre 2023, ci sarà anche DMAT, startup deep tech italiana, che ha sviluppato una nuova generazione di calcestruzzi che riduce costi e inquinamento, partendo da una ricerca del MIT sugli edifici dell’antica Roma, con un panel interamente dedicato al contributo che i calcestruzzi innovativi possono dare all’edilizia sostenibile.

Il mercato del calcestruzzo è chiamato a rispondere all’urgente sfida di decarbonizzare i propri processi produttivi, tra i più impattanti del pianeta. La sua filiera industriale è infatti responsabile dell’8% delle emissioni di CO2. Un tema non banale se si pensa che di calcestruzzo ne vengono prodotte 33 miliardi di tonnellate all’anno, 18 volte il peso della produzione globale di acciaio e otto quello di tutte le automobili prodotte nella storia. Grazie ad esso, ogni anno vengono però costruiti quattro milioni di edifici, più di 11mila al giorno.

L’evento, programmato per martedì 5 dicembre presso il Padiglione Italiano,  sarà l’occasione per approfondire la ricerca del Prof. Masic che, condotta a partire dallo studio di edifici romani come il Pantheon, costruito 1905 anni fa e arrivato intatto fino ai nostri giorni, ha permesso di scoprire il segreto della resilienza del calcestruzzo e di identificare gli elementi che ne hanno garantito la straordinaria longevità. Partendo da questa ricerca, pubblicata a inizio anno su Science Advanced, è nata poi una tecnologia innovativa come quella di DMAT che permette di garantire l’abbattimento dei costi di produzione rispetto ai prodotti oggi presenti sul mercato consentendo anche un risparmio del 20% di emissioni di CO2 e l’allungamento del ciclo di vita delle strutture. Nel corso dell’evento, che sarà aperto dai saluti di Giuseppe Manzo, Consigliere Diplomatico del Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica dell’Italia, interverrà anche Giovanni Bottini, Presidente di Cobaty International, che declinerà come l’architettura e la sostenibilità siano da sempre legate da radici profonde e di come la scienza dei nuovi materiali offra entusiasmanti prospettive per lo sviluppo di nuove costruzioni. Paolo Sabatini, CEO e Co-founder di DMAT, chiuderà l’evento illustrando come traendo ispirazione dal passato, DMAT abbia sviluppato un calcestruzzo innovativo, in grado di rispondere alle crescenti esigenze di sostenibilità e durabilità nell’industria delle costruzioni. “Crediamo fortemente che la sostenibilità debba essere pensata a trecentosessanta gradi e garantire gli aspetti ambientali, economici e sociali.” – dichiara Sabatini – Questo è ancora più vero per l’industria delle costruzioni che è una delle più grandi, e di conseguenza più inquinanti, economie del pianeta. Ma perché l’ecosistema produttivo di questo settore possa veramente arrivare ad una svolta è necessario sviluppare materiali altamente tecnologici che siano da un lato capaci di offrire un risparmio di CO2 e una maggiore durabilità, e dall’altro essere semplici da realizzare, basati su materie facilmente reperibili, ed economicamente accessibili a tutti”.

PROGRAMMA

Costruzioni sostenibili: il contributo dei calcestruzzi innovativi

5 dicembre 2023, 9.30 – 11.00

COP28, Padiglione dell’Italia, Expo City Dubai, Emirati Arabi Uniti

 9.30 – 10.00

Welcome coffee

10.00 – 10.05

Saluti Istituzionali

Giuseppe Manzo, Consigliere Diplomatico del Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica

10.05 – 10.10

Introduzione di Paolo Sabatini, CEO & Co-fondatore di DMAT

10.10 – 10.25

Dal cemento ispirato dai Romani al cemento elettrificato: reinventare il materiale più utilizzato al mondo

Admir Masic, Massachusetts Institute of Technology

10.25 – 10.40

Architettura e sostenibilità: una prospettiva globale

Giovanni Massimo Bottini, Presidente Cobaty International

10.40 – 10.50

Il calcestruzzo sostenibile e durevole per l’industria moderna

Paolo Sabatini, CEO & Co-fondatore di DMAT

10.50 – 11.00

Domande e risposte (Q&A)

RELATORI

Paolo Sabatini – CEO e Co-founder – DMAT. Paolo è il CEO di DMAT, una start-up che sta trasformando l’industria del calcestruzzo. Prendendo ispirazione dalle pratiche dell’antica Roma, DMAT ha sviluppato una nuova tipologia di calcestruzzo con capacità di auto-riparazione, estesa durabilità e ridotto impatto ambientale. DMAT ha messo a punto e testato con successo la propria tecnologia attraverso partnership con laboratori industriali con l’obiettivo di rendere le costruzioni e le infrastrutture più durevoli, resilienti e sostenibili.

Admir Masic – professore associato del Massachusetts Institute of Technology (MIT). Le ricerche del Professor Masic si concentrano sull’ingegneria di materiali da costruzione sostenibili per l’innovazione di infrastrutture di larga scala. Chimico di formazione, con competenze in biomineralizzazione, si specializza nello sviluppo di materiali cementizi multifunzionali, inclusi i calcestruzzi auto-riparanti e calcestruzzi conduttivi di elettroni. È Principal Investigators del Concrete Sustainability Hub di MIT, professore associato del dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del MIT, e founding director del Refugee ACTion Hub (ReACT) dell’MIT, e Co-founder di DMAT.

Giovanni Massimo Bottini – Presidente di Cobaty International. Giovanni Massimo è il Presidente di Cobaty International, un’associazione interprofessionale internazionale per la costruzione, l’urbanistica e l’ambiente fondata in Francia oltre 50 anni fa. Cobaty International è presente in Belgio, Burkina Faso, Libano, Francia, Italia, Marocco, Polonia, Romania, Spagna, Svizzera, Tunisia, ed è riconosciuta ufficialmente come osservatore presso l’Unione Europea. Giovanni è un architetto con una solida esperienza in progettazione, gestione e consulenza. Fondatore e proprietario di GMB Design, studio di architettura dal 1988, è Presidente, CEO e Partner di Systematica.

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Febbraio 2024
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”