Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

“Io sono benvenuto”: il Museo Egizio celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato

“Io sono benvenuto”:  il Museo Egizio celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato
Giugno 22
11:35 2017

“Io sono benvenuto”: sabato 24 giugno il Museo Egizio celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato
Dalle 19.00 alle 23.30 ingresso gratuito per tutta la città di Torino e performances nelle sale: musica, cinema, teatro e altri appuntamenti per creare occasioni di incontro e di dialogo fra culture differenti

Torino, 23 giugno 2017

Il Museo Egizio celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato sabato 24 giugno 2017 con un’apertura straordinaria gratuita dalle 19.00 alla 23.30 e un ricco programma di appuntamenti che verranno ospitati lungo il percorso museale.

“Io sono benvenuto” è il titolo della serata e a tutti i visitatori verrà donato un adesivo da indossare con questa frase e con l’affermazione “Different pasts, shared future”: passati differenti per un futuro condiviso è l’auspicio che il Museo Egizio condivide pienamente.e che è stato promosso dalla Refugees Week, una iniziativa che dal 2012 coinvolge tutti i musei e le istituzioni culturali della Gran Bretagna.
Sabato 24 giugno il pubblico verrà accolto con un bicchiere di tè alla menta o al cardamomo offerto da Liberamensa, cooperativa che opera nel carcere Lorusso & Cotugno. In cambio dell’ingresso gratuito, a ciascun visitatore verrà chiesto di scrivere o disegnare un messaggio di benvenuto e di applicarlo sulla Welcome Wall, una grande parete situata all’ingresso che vuol essere un simbolo di apertura e accoglienza.

“Il Museo Egizio è un ente di ricerca e un centro di cultura e, consapevole delle proprie responsabilità, deve porsi come intermediario nel superamento delle barriere sociali” ha dichiarato Christian Greco, Direttore del Museo Egizio “Viviamo un periodo storico in cui i valori della diversità culturale rischiano di essere seriamente compromessi e il Museo Egizio, come tutti i musei, non può restare neutrale”.

Nel percorso museale il pubblico potrà scegliere di partecipare ad un programma all’insegna del confronto e del dialogo per sottolineare il ruolo che i musei devono svolgere per diventare motori di inclusione sociale. Per una sera, il Museo Egizio diventerà “un contenitore” e affiancherà alle collezioni delle performances scelte per stimolare una riflessione sul tema dei rifugiati e dei migranti.

In apertura, un’opera teatrale sperimentale dal titolo “Run 4 Our Lives. Fuggire per le nostre vite” verrà ospitato nella sala conferenze. Posti limitati e prenotazione consigliata su www.eventbrite.com. E’ messa in scena la toccante testimonianza di un gruppo di rifugiati.
Proseguendo nella serata, “Volti e persone”, un laboratorio di ritratti per osservare l’altro senza pregiudizi. Sono previsti 3 appuntamenti di musica: con formazioni da camera di MELOS Filarmonica, che propone un repertorio di compositori del sette-ottocento che hanno trovato ispirazione nell’antico Egitto; il CoroMoro, un gruppo di richiedenti asilo che con grande energia e creatività interpreta canzoni popolari in dialetto piemontese; e infine il rapper MUSO, giovane originario della Guinea Conakry che canta in nome della tolleranza e dell’integrazione.

Per tutta la serata un gruppo di donne magrebine saranno guide volontarie in lingua araba o italiana per raccontare secondo la loro sensibilità alcune collezioni del Museo Egizio, in base a quanto hanno appreso nel corso di formazione organizzato da Mondi in Città in collaborazione con il Museo Egizio.

L’apertura straordinaria e tutto il programma della serata sono stati realizzati con il prezioso sostegno di EDISON, la più antica società europea nel settore dell’energia e tra le principali società energetiche in Italia e in Europa che oggi opera in oltre 10 paesi nel mondo.

“Siamo grati a EDISON per aver scelto di sostenere questo evento del Museo Egizio che coinvolge l’intera città nel giorno del suo Santo Patrono” ha concluso la Presidente Evelina Christillin “Abbiamo già realizzato molti progetti di inclusione sociale ma questo è il primo appuntamento di un percorso in tre tappe che si completerà in autunno con due attività rivolte ad approfondire il ruolo dei musei nei processi di accoglienza dei rifugiati e dei migranti e della loro integrazione nel contesto locale. Sono convinta che questo sia un impegno necessario e strategico per un museo che guarda al futuro”.

Importante: si ricorda che all’interno del Museo non sono ammessi zaini, borse ingombranti e bagagli
Per maggiori informazioni: www.museoegizio.it #withrefugees #iosonobenvenuto

_________________

Roberta De Vitis
devitis@spin-to.it / +39 011 1971 2375
Resp. Uff. Stampa

Stefano Fassone fassone@spin-to.it / +39 347 4020062
www.spin-to.it

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Febbraio 2024
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”