Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Nuvole e orecchio

Nuvole e orecchio
Maggio 03
15:42 2024

Nuvole e orecchio

Interpreti di grande spessore tecnico ed empatia nel programma concertistico della Associazione Culturale Colle Ionci Da Scarlatti a Rachmaninov, da Bach a Carlotta Ferrari, visioni diverse, ogni volta emozionanti e godibili

 Sempre per alleggerire il clima plumbeo, atmosferico e non (scrivo il 2 maggio e mentre prosegue il ping pong dei “Capi” nelle tragiche guerre in atto) nel titolo ho voluto fare una fusione ardita e vagamente assonante tra due canzoni, Messico e nuvole e Ci vuole orecchio, di Enzo Jannacci, a suo modo un grande della musica, sia pure “leggera”. Per significare che lo spaziare con la mente e coi tasti tra compositori   diversi aiuta l’ascoltatore a entrare nel senso della stessa musica, magari per immaginarsi “disteso / con una spiga tra i denti / perso a fissare le nuvole” come ci dice Wislawa Szymborska. Le proposte concertistiche dell’Associazione Culturale Colle Ionci suscitano sempre belle sensazioni. Quest’anno, con il contributo della Regione Lazio e di Fondarc, la XII edizione de “Il suono di Liszt a Villa d’Este ha potuto aggiungere al suo impianto classico alcuni concerti fuori programma. Così, mentre il 28 aprile si è svolto come previsto un eccezionale concerto su due pianoforti, antico e moderno, altrettanto pregevole è stata l’esibizione, il 21 aprile, di Anita Tomasevich. Per la “sfida” tra il pianoforte Erard del 1879 e il Pleyel del 1998 si sono alternati due talentuosi interpreti, Jacopo Feresin e Francesco Grano, che in un crescendo di bravura e virtuosismo hanno traghettato gli ascoltatori dal ponderoso Beethoven all’infuocato Rachmaninov. I pianisti si sono scambiati nell’esecuzione dei due concerti, trascritti dagli Autori appunto per due pianoforti, il ruolo di solista e di “orchestra”. Preziose note, come sempre, di Giancarlo Tammaro sulle vicende delle due case costruttrici dei pianoforti e sulla musica e il “vissuto” dei compositori, in particolare su Rachmaninov. Le mie considerazioni da semplice appassionato, pur ammirato, si fermano qui, anche perché si trova in rete una recensione accuratissima e di grande competenza di Christopher Axworty che raccomando a chi interessi. Nella domenica precedente Anita Tomasevich con la sua forte abilità artistica ha saputo adattare il suo tocco di pianoforte in un excursus dal ‘700 ai giorni presenti. Col necessario tono ci ha offerto cinque sonate di Scarlatti e preludi e corali da Bach nella classica trascrizione di Ferruccio Busoni. Ma la cosa preziosa è stata una incursione nella musica contemporanea di Carlotta Ferrari, una compositrice e ricercatrice ancora giovane ma dal curriculum, anche come docente innovativa, molto importante. Con i suoi brani, alcuni ispirati a Virginia Wolf, si è avuto conferma che non è la data che fa la musica. Anche un accento tecnologico è in grado di suscitare una visione; può bastare una nota isolata, un intervallo in più o una sequenza guidata dal sentimento e magari si scopre che pure senza un notturno si può sognare. Una “chicca” che ha platinato un concerto già d’oro. Dunque la linea di grandi classici e di grandi sorprese prosegue. In un orizzonte ravvicinato si prospetta domenica 5 maggio alle 18, sempre nell’Auditorium “Romina Trenta di Velletri, un altro evento interessantissimo: “Valle Aurelia” suite per clarinetto basso e pianoforte di Marco Colonna, con lo stesso al clarinetto e Andrea Centra al pianoforte. La presentazione recita: “è il racconto della radice da cui provengo … attraverso una grana antica, da foto in bianco e nero …” Musica primitiva e melodie aeree, polifonie e contrappunti. Certamente da non perdere. Poi domenica 12, nel concerto matinée, il Trio Hermes da Haydn a Piazzolla passando per Brahms, Bloch e Turina. Stesso giorno nel pomeriggio la chitarra di Michele Di Filippo “Sulle orme del cinema” e … 

 

                         

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”