Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Materie prime critiche, a Ecomondo tecnologie d’avanguardia ENEA per recuperarle

Novembre 06
12:33 2023

Ecomondo fiera 2023
 

Da cellulari, pc e pannelli fotovoltaici le nuove ‘minieRAEE’

ENEA torna a Ecomondo dal 7 al 10 novembre con uno spazio espositivo allestito come un autentico laboratorio dove scoprire come recuperare materie prime critiche e preziose da prodotti a fine vita, grazie a tecnologie e processi circolari che trasformano in vere e proprie ‘miniere’ pannelli fotovoltaici, PC, cellulari e altre apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Nello stand ENEA (padiglione 5 stand 55) le imprese potranno testare con mano come recuperare i componenti più “nobili” dei cellulari[1] a fine vita, in particolare oro, argento, palladio e rame presenti nelle schede elettroniche. Sempre nello stand, professionisti e imprenditori avranno modo di confrontarsi con i ricercatori ENEA impegnati nel progetto europeo che sta studiando risposte per il recupero e riuso dei pannelli fotovoltaici a fine vita[2]. Sarà possibile, inoltre, scoprire come realizzare speciali “toner” per le stampanti 3D riciclando la plastica presente nelle tastiere e in altri elementi di apparecchiature hi-tech, ma anche conoscere le ultime novità sull’ecodesign dei prodotti e sulla nuova generazione di materiali intelligenti e sostenibili.

“Molte materie prime critiche, fondamentali per la transizione energetica, sono importate quasi al 100% da pochi paesi extra europei, anche instabili dal punto di vista geopolitico”, spiega Claudia Brunori, responsabile della divisione ENEA di Uso efficiente delle risorse e chiusura dei cicli. “Per affrontare queste problematiche – prosegue – siamo coinvolti in molte iniziative, come il Tavolo tecnico sulle materie prime critiche e la piattaforma ICESP per l’economia circolare, ma siamo soprattutto impegnati nelle nostre hall tecnologiche per sviluppare soluzioni improntate su ecoprogettazionesimbiosi industriale e urban mining”.

Una moderna apparecchiatura elettronica contiene oltre 60 elementi della tabella periodica e si stima che ogni cittadino europeo produca in media circa 18,3 kg di rifiuti hi-tech l’anno. “Tutti i nostri dispositivi dismessi sono spesso solo un ingombro in casa, quando invece potrebbero diventare miniere da valorizzare. Noi abbiamo iniziato a chiamarle ‘minieRAEE’ e a Ecomondo proveremo proprio a stimolare il potenziale di innovazione delle imprese in questo settore e a dimostrare a chi visiterà il nostro stand che esiste un’alternativa sostenibile allo sfruttamento delle risorse non rinnovabili”, conclude Brunori.

Inoltre, la fiera di Rimini sarà anche un’occasione per coloro che vogliono mettere alla prova le proprie conoscenze sulla green economy: i partecipanti che risponderanno correttamente a un quiz presso lo stand ENEA (padiglione 5 stand 55) diventeranno #CampionidiMinieRAEE e vinceranno uno scatto social “sostenibile”.

Non è tutto: nello stand 303 hall sud un team di ricercatori sarà a disposizione di imprese e professionisti per presentare ETV (Environmental Technology Verification), il progetto europeo che vede l’Agenzia tra i partner con l’obiettivo di realizzare un “bollino” per garantire l’affidabilità delle tecnologie verdi. Il marchio fornirà a produttori, venditori, compratori di tecnologia ma anche a investitori, autorità, organismi di regolamentzione e di finanziamento prove affidabili circa le prestazioni delle innovazioni green, rendendo evidenti i vantaggi della loro applicazione.

Oltre a questi due stand, ENEA sarà presente alla fiera della green and circular economy anche con l’intervento di suoi esperti nei numerosi eventi previsti nella quattro giorni riminese. Tra gli appuntamenti, segnaliamo:

Martedì 7 novembre ore 15:00, Sala Diotallevi 1 – Hall Sud

L’Innovazione tecnologica per la Transizione ecologica dell’economia e delle imprese italiane, nell’ambito degli Stati Generali della Green Economy 2023. Interviene Roberto Morabito, Direttore Dipartimento ENEA Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali;

Mercoledì 8 novembre ore 9.15, Sala Tiglio pad. A6

Verso un programma nazionale per la simbiosi industriale: prospettive e opportunità per l’Italia, a cura di Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo, ENEA, SUN (Symbiosis Users Network);

Giovedì 9 novembre ore 10.00, Sala Diotallevi 2 – Hall Sud

Measurement of carbon footprint of business and supply chain decarbonization strategies, a cura di Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo, Scuola Superiore Sant’Anna, ENEA e Global Compact Network Italia;

Giovedì 9 novembre ore 14.00, Sala Diotallevi 2 – Hall Sud

Measuring circularity in light of the new standards, a cura di Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo, Scuola Superiore Sant’Anna, ENEA, ART-ER;

Giovedì 9 novembre ore 14.00, Sala Neri 1 – Hall Sud

Approvvigionamento sostenibile e sicuro di materie prime critiche – Iniziative europee e nazionali, a cura di Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo, Ministero delle Imprese e del Made in Italy, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, ENEA.

Infine, il 9 novembre alle 11,30 verrà assegnato il 13° Premio per lo sviluppo sostenibile dedicato alle eccellenze italiane nel campo della green economy, iniziativa della Fondazione per lo sviluppo sostenibile e di Ecomondo-Italian Exhibition Group che ha l’adesione del Presidente della Repubblica. Per l’ENEA interverrà Claudia Brunori che ha partecipato alla valutazione del settore Gestione circolare delle acque.

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Aprile 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Articoli Recenti

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”