Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

I BENI CULTURALI DI ALBANO. UN GRIDO DI DOLORE

I BENI CULTURALI DI ALBANO. UN GRIDO DI DOLORE
Settembre 22
14:49 2021

Nei giorni dal 21 al 23 settembre si è tenuta al Museo di Albano la “Fiera della piccola editoria dei beni culturali” organizzata dal direttore Massimiliano Valenti. In parallelo alla mostra dei libri, si è tenuto un convegno su storia, archeologia, arte e restauro di altissimo livello scientifico, godibile anche dai non addetti ai lavori. In questa occasione è stato presentato da Vincenzo Fiocchi Nicolai il libro di Francesco Gandolfo intitolato “Albano: Medioevo e arte in una realtà suburbicaria”. Il relatore ha messo in rilievo le interpretazioni originali scaturite dalla ricerca dell’autore di un libro prezioso e godibile che getta una luce chiara ed originale sul ricco patrimonio artistico della città con particolare riferimento alla Cattedrale, alla chiesa di San Pietro, alle catacombe di San Senatore, alla chiesa della Rotonda. Nella discussione l’autore del libro, originario di Genova ma che vive ad Albano da oltre quaranta anni e che ama la propria città di adozione forse più di molti arbanesi, ha sottolineato con forza la mancanza di una politica locale in grado di valorizzare un patrimonio di primissimo livello che dovrebbe rappresentare non soltanto un fiore all’occhiello sotto il profilo culturale, ma anche il pivot di attività economiche legate al turismo.

Al “grido di dolore” del prof. Gandolfo possono essere aggiunte alcune considerazioni. La città dispone di competenze e professionalità di tutto rispetto (professionisti, guide turistiche, agenzie turistiche, associazioni di vario genere) ma il Comune, non soltanto da oggi, non ha una politica culturale degna di questo nome. Il Comune dovrebbe fungere da traino, da promotore, da organizzatore, da ispiratore, da punto di elaborazione di un disegno di lungo periodo, ma si accontenta di riproporre stancamente alcune iniziative progettate anni fa. Non è un caso che nella precedente amministrazione comunale non c’era l’assessore alla cultura – in quella attuale mancano due figure essenziali, l’assessore al bilancio e quello ai servizi sociali. Insomma, siamo in una situazione paradossale: ci sono i mattoni e la malta ma, manca l’ingegnere progettista. Questo è il momento, dopo la fase acuta della pandemia, di ripartire con energia, coraggio e creatività, possibilmente inserendosi nei piani del PNRR con i relativi finanziamenti, ma nulla è alle viste. Il livello di interesse dell’amministrazione nei confronti della cultura e del turismo è riflesso dalle vicende del Museo. I vincoli di finanza pubblica hanno fatto sì che, dopo il pensionamento, il direttore ed il curatore del Museo non siano stati sostituiti. Ora il Comune provvede con un incarico a tempo determinato per un impegno di un giorno a settimana all’attuale direttore, con un compenso davvero risibile. Alla domanda del perché di tale scelta la risposta è quella canonica: il Comune non ha i soldi. Ma non è proprio così. Il Comune i soldi li aveva quando la giunta ha deciso di spendere, non richiesta, 20.000 euro per finanziare l’evento privato della Curia a Piazza Pia l’8 settembre scorso. Con queste risorse si sarebbe potuto corrispondere al direttore pro-tempore un più degno compenso per un più intenso ed impegnativo lavoro di cui si stente davvero bisogno per rilanciare, insieme al prestigioso Museo, le attività culturali e turistiche di Albano.

Chissà se il “grido di dolore” del prof. Gandolfo non cambierà, come il battito della farfalla che può provocare un tornado, il corso degli eventi ed assisteremo ad una rinascita della cultura ad Albano.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”