Notizie in Controluce

Prevenzione sanitaria e pomeriggio culturale con Lessico Femminile a Marino

 Ultime Notizie

Prevenzione sanitaria e pomeriggio culturale con Lessico Femminile a Marino

Prevenzione sanitaria e pomeriggio culturale con Lessico Femminile a Marino
marzo 19
19:07 2019

Gli eventi che hanno caratterizzato la Giornata Internazionale della Donna

 

Proprio per la consapevolezza che l’8 marzo rappresenti una giornata dedicata alle donne,  se non altro per ricordare tutte quelle che, pagando un alto tributo alla società anche con la perdita della stessa vita, hanno conquistato con coraggio tutti quei diritti che noi oggi diamo per acquisiti e scontati, l’Assessorato alle Politiche Sociali in continuità con gli scorsi anni, ha voluto organizzare 2 eventi.

 

Il primo, articolato durante tutta la giornata di venerdi 8 marzo, è stato dedicato alla prevenzione sanitaria che ha visto l’erogazione di molti servizi gratuiti a favore della donne marinesi (visite e screening ginecologici, dialoghi con esperti sulla menopausa, misurazione della  pressione arteriosa, della glicemia, del colesterolo) compresa una cena solidale per le donne, dalle donne che si è svolta presso la mensa fraterna Caritas di Marino. IL bilancio è stato positivo visto che ogni servizio offerto ha riscontrato la partecipazione di tante persone che ne hanno beneficiato.

 

Il secondo evento è stato lo spettacolo culturale  “Lessico Femminile” che si è svolto nella sala Consiliare di Palazzo Colonna nel pomeriggio di sabato 9 marzo.

 

Si è voluto scegliere come relatrici le eccellenze dei nostri territori: Martina Michelangeli  che attraverso un reading letterario di grande empatia ha fatto conoscere le donne di Dante nella Divina Commedia, quella di Jacopa Dé Settesoli  e la figura di Vittoria Colonna poetessa marinese del ‘500, lei non ancora trentenne ha avuto già riconoscimenti importanti nella sua carriera di filologa Dantista.  Daniela Sistopaolo attrice affermata marinese che ha recitato versi della Divina Commedia e sonetti di Vittoria Colonna, la docente di storia e filosofia Teresa Costantino che insegna al liceo Amari Mercuri di Marino e che è socia fondatrice e operatrice dell’associazione di frattocchie Donne per il Cambiamento che attraverso un lungo percorso storico ha evidenziato il protagonismo femminile del ‘900, anche lei massima esperta avendo frequentato master universitari sulla storia del femminismo.

 

Due gruppi corali hanno preso parte allo spettacolo, il primo Il Coro del Fiore Blu di Frattocchie diretto dalla M° Francesca Carbonelli dell’associazione Marina Aperta Onlus insieme ad una rappresentanza della scuola media Vivaldi capitanata dalla prof.essa Giovanna Ruffini,  realtà inclusive del nostro territorio che hanno interpretato la figura di Mamma Africa attraverso canti e balli su musiche di Miriam Makeba e proponendo altre canzoni popolari africane.

 

Il secondo coro  multiculturale “Quintaumentata” proveniente dal 5 Municipio di Roma ed esattamente dall’ I. C. da poco intitolato a Simonetta Salacone, una preside illuminata che per proteggere le madri lavoratrici si è opposta fortemente quando nel passato si è tentato di abolire dalle scuole primarie il tempo pieno. Il coro, a cui appartiene una violinista di Marino e diretto dal M° Attilio Di Sanza, ha interpretato canzoni popolari femminili come le Mantellate, le Mondine ed altri canti arrangiati e interpretati da voci strepitose ed emozionanti molto graditi dal pubblico numeroso in sala anche di genere maschile.

 

Per questa occasione sono state invitate a partecipare in costume tre donne marinesi che hanno rappresentato i momenti storici diversi: Paola Armini per Frate Jacopa dei Settesoli del ‘300, Alice Caracci per Vittoria Colonna del ‘500 e Teresa Grillo come Sufraggetta dei primi del ‘900. I costumi d’epoca delle tre donne sono stati realizzati dalle due associazioni di Marino “Lo Storico Cantiere “ con la presidente Valeria De Luca e “Arte e Costumi Marinesi” con la presidente Rita Rufo, entrambe le associazioni fanno parte delle eccellenze marinesi la cui fama è conosciuta in Italia e nel mondo. Insomma si è trattato di uno spettacolo pieno di bellezze artistiche femminili.

 

“Come Assessore alle Politiche Sociali – ha dichiarato Barbara Cerro – voglio ringraziare a nome di tutta l’Amministrazione Comunale l’ambulatorio di Ginecologia – l’Ospedale San Giuseppe Marino della Asl Roma 6, la CRI sez. Colli Albani, il Poliambulatorio “Arcobaleno” di Assohandicap, la Caritas di Marino, il personale comunale che ha collaborato,  tutte le associazioni di Marino che con grande solidarietà hanno contribuito alla realizzazione e ci hanno sostenuto e tutti i cittadini che hanno partecipato numerosi, perché solo con la collaborazione di tutti gli eventi assumono un significato importante nello stare insieme, nel fare comunità che questa nostra città merita”.

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Regala un libro delle 'Edizioni Controluce' Ignora